Terremoto in Grecia: paura nel Sud Italia, allerta tsunami

Una scossa di terremoto in Grecia di magnitudo 6.8 ha sconvolto il Mar Ionio. L’epicentro è stato registrato nell’isola di Zacinto. Il sisma è stato avvertito anche nel Sud Italia.

Si è distinta chiaramente la scossa in alcune regioni, come Sicilia, Calabria, Puglia e Basilicata. Infatti il terremoto si è sentito in tutto il Mediterraneo centrale. La violenta scossa sarebbe avvenuta ad una profondità di 10 chilometri, secondo i dati che ci provengono dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

È stata avvertita a mezzanotte e 54 minuti. Il terremoto è stato avvertito anche in Campania e ci sono state degli allarmi arrivati anche da Napoli. Soprattutto le segnalazioni sono arrivate da coloro che abitano nei piani più elevati.

Una grande paura ha colto gli abitanti delle isole greche e infatti si registrano dei danni soprattutto sulla costa occidentale del Peloponneso. In particolare l’epicentro si trova a 38 chilometri dall’isola di Zacinto.

=> Leggi cosa fare in caso di terremoto

Gli esperti avvertono che adesso c’è un’allerta arancione per la possibile insorgenza di uno tsunami. Quest’ultimo potrebbe non interessare soltanto la Grecia, ma anche le coste delle regioni del Sud Italia, per quelle che si affacciano sul Mar Ionio.

L’INGV ha fatto presente che si potrebbero riscontrare delle variazioni della soglia dell’acqua del mare inferiori a un metro. Per questo l’istituto ha raccomandato i cittadini di restare lontani dalle spiagge.

Il rischio tsunami potrebbe interessare anche il basso Adriatico. L’INGV ha fatto presente che è raccomandabile essere particolarmente cauti anche nei bacini portuali e ha invitato tutti coloro che frequentano queste zone a seguire le indicazioni diramate dalle autorità preposte al controllo dei porti.

In provincia di Crotone è stato registrato un innalzamento del livello del mare di 10 centimetri, il tutto secondo le osservazioni del mareografo di Le Castella. Sui social network si è a lungo parlato del terremoto. Ad esempio un utente di Twitter ha descritto come una scossa che sembrava non finisse mai.

26 ottobre 2018
Immagini:
Lascia un commento