Il risveglio terribile di Amatrice, dopo il grave terremoto che ha stravolto la zona nella notte del 24 agosto, ha causato la morte di molte persone e lo sfollamento di altrettanti cittadini. La scossa notturna, di magnitudo 6.0 della scala Richter e con epicentro nella vicina Accumoli, ha messo in ginocchio una zona strutturalmente storica, radendo al suolo ben tre centri abitati. I soccorsi sono giunti celermente sul posto, e non con poche difficoltà vista la collocazione, agendo il più tempestivamente possibile. A volte scavando a mani nude o con il supporto dei macchinari, molte le persone estratte dai cumuli ancora in vita. Tante purtroppo quelle decedute per i crolli strutturali o schiacciate dai calcinacci. Ma tra le anime tratte in salvo tani sono stati gli animali e i cani di proprietà, sia da lavoro che di affezione.

Elevato il numero di cani soccorsi, spesso bloccati da travi e mattoni, oppure immobili in difesa dei corpi dei loro amici umani. Ultimo in ordine di recupero un piccolo di razza maltese, che protegge il suo anziano proprietario, seduto sul lettino di emergenza accanto all’uomo mentre riposa. Ma a colpire la popolazione è stata la storia di Bravo, un mix Maremmano che ha difeso la sua casa fino al momento del ritrovamento. Turbato e scosso dal terremoto, non ha comunque voluto lasciare l’abitazione completamente crollata su se stessa e sulla sua famiglia. I soccorritori, dopo una lunga contrattazione, sono riusciti a tranquillizzarlo accedendo così alle macerie.

Recuperato e con una zampa claudicante, il povero Bravo fatica a camminare ma ora è nelle mani di un carabiniere che si sta occupando di lui. Nel frattempo la sua famiglia è giunta in ospedale, dove verrà curata.

Tanti gli animali che stanno patendo questo momento difficile, anche un Pastore tedesco che da tempo viveva vicino alla pompa di benzina di Accumoli. Alcuni cittadini hanno deciso di adottarlo fornendogli un po’ di cibo, aiutandolo così a superare la tragedia al loro fianco e con un po’ di amore.

25 agosto 2016
Fonte:
Lascia un commento