Tenere per mano la persona amata aiuta a non sentire dolore

Se non amate le cose romantiche questo nuovo studio non vi piacerà. Pare che tenendo per mano la persona che amiamo quando è in un momento di difficoltà o non sta bene, l’aiuti a regalarle una sensazione di benessere e, contemporaneamente i battiti del cuore si sincronizzano.

=> Leggi perché l’acqua calda non è migliore della fredda per lavare le mani

Il dottor Pavel Goldstein, dell’Università del Colorado a Boulder, insieme al suo team di ricercatori ha studiato quello che è stato definito “il tocco curativo di un amante”. Varie coppie sono state così chiamate a partecipare a questo esperimento: le donne venivano sottoposte a un lieve dolore che, quando il partner le teneva per mano, veniva avvertito in modo minore.

=> Scopri perché è importante lavarsi le mani

Questo studio si inserisce in una serie di ricerche sulla “sincronizzazione interpersonale” nato e approfondito dopo l’aver notato che le persone che camminano vicine inconsciamente si trovano a sincronizzare il proprio passo. Oppure, quando due persone guardano un film sentimentale o cantano all’unisono i cuori si sincronizzano, proprio come i respiri.

Così gli scienziati hanno affermato, dopo diversi esperimenti, che tenersi per mano con la persona amata, o condividere un qualcosa di emotivamente intenso,  attiva una zona del cervello che si chiama corteccia cingolata anteriore che “regola” empatia, dolore e funzionamento del cuore. Se c’è tanta empatia con la persona amata l’effetto “anti-dolorifico” del tenersi per mano è forte. Stessa cosa per il cuore: più i due si amano e sono in sintonia, più il cuore inizierà a battere allo stesso tempo.

26 giugno 2017
I vostri commenti
Alba, lunedì 26 giugno 2017 alle21:49 ha scritto: rispondi »

Condivido Dottor Pavel.....l'amore fa anche questo

Lascia un commento