Troppa televisione fa male. Più di quanto si pensi secondo i ricercatori spagnoli dell’Università di Navarra a Pamplona, in Spagna, secondo i quali coloro che trascorrono almeno tre ore al giorno davanti al piccolo schermo hanno un rischio di morte prematura doppio rispetto ai meno affezionati.

Lo studio ha preso in esame il comportamento davanti alla televisione di 13,284 laureati dell’università spagnola, con età media attuale di 37 anni, determinandone il comportamento in termini di vita sedentaria, tempo trascorso nella visione della tv e di altri mezzi o pratiche che comportano lo stare seduti per un più o meno lungo periodo.

Al termine dei circa 8 anni di durata dello studio i ricercatori hanno registrato la morte di 97 degli ex studenti, divisi tra differenti cause: 46 in seguito a patologie tumorali, 19 per malattie cardiovascolari e 32 per altri motivi. Rilevante secondo i ricercatori è stata l’incidenza delle morti per quanto riguarda coloro che mostravano una particolare attrazione verso il media televisivo. I risultati sono stati pubblicati sul Journal of the American Heart Association.

Il rischio di morte prematura per coloro che trascorrevano un minimo di 3 ore al giorno davanti alla tv era doppio rispetto agli altri, mentre non è stato al momento direttamente collegato tale pericolo per quanto riguarda gli affezionati o “coscritti” del computer o dell’auto. Secondo il commento del principale autore dello studio, il Prof. Miguel Martinez-Gonzalez of the University of Navarra in Pamplona:

I nostri risultati suggeriscono che dovrebbe essere considerato un incremento della loro attività fisica, evitando lunghi periodi sedentari e riducendo il tempo di visione della tv a non più di una o due ore al giorno. Questo rappresenta uno dei più rilevanti comportamenti sedentari, che stanno registrando in generale un aumento relativo a tutte le varie attività.

Con l’invecchiamento della popolazione i comportamenti sedentari diventano prevalenti, specialmente il guardare la televisione, e questo pone un peso ulteriore sul fattore salute legato all’invecchiamento.

26 giugno 2014
Fonte:
I vostri commenti
zil, sabato 12 luglio 2014 alle10:24 ha scritto: rispondi »

Ottimo dossier sulle serie tv all'interno del nuovo numero di Focus: personaggi, costruzione trama, organizzazione e soprattutto che zone del nostro cervello stimolano...

Lascia un commento