Tè verde ed esercizio fisico alleati naturali contro l’Alzheimer. A sostenerlo i ricercatori della University of Missouri, secondo i quali questa coppia di rimedi naturali risulterebbe efficace nella prevenzione della malattia come nel rallentarne il progresso nel caso si sia già manifestata.

L’efficacia del tè verde contro l’Alzheimer e altre patologie neurodegenerative è stato ricondotto da precedenti studi alla presenza in esso di una sostanza chiamata ECGC (epigallocatechina-3-gallato). Assumere tale composto e sottoporsi in seguito a esercizio fisico aumenterebbe i benefici offerti dalla semplice assunzione del rimedio naturale.

Lo studio è stato condotto in laboratorio sui roditori e pubblicato sulla rivista Journal of Alzheimer’s Disease. Alla somministrazione di acqua ed ECGC ai topi è seguita una fase di esercizio fisico svolto su ruote.

Sono stati monitorati inoltre i livelli di peptidi A-beta, il cui accumulo è stato associato all’insorgere di Alzheimer. Positivi i risultati dello studio, come spiega il Prof.ssa Grace Sun, biochimica presso la University of Missouri:

Ci siamo emozionati nel vedere una riduzione dei livelli di A-bet nelle regioni del cervello nei topi interessati e miglioramenti nei deficit comportamentali nei topi con Alzheimer.

Consumare prodotti naturali come potenziali rimedi per prevenire e trattare disturbi e per mantenere la salute nell’uomo è storia antica. Ulteriori studi dell’estratto possono condurre a miglioramenti nel trattamento e nella prevenzione dell’Alzheimer negli esseri umani.

8 maggio 2015
Fonte:
Lascia un commento