Tè verde alleato del cuore: i benefici per la circolazione

Il tè verde è un alleato prezioso per il cuore e la circolazione. A sostenerlo i ricercatori della University of Leeds e della Lancaster University, che hanno analizzato nello specifico gli effetti benefici della molecola EGCG (epigallocatechina-3-gallato), contenuta nella bevanda. Tale sostanza si sarebbe rivelata in grado di legarsi a una proteina presente nelle placche amiloidi associate alle patologie coronariche, oltre che all’Alzheimer, e di modificarne la natura, rendendole più facilmente solubili.

La scoperta dei benefici della molecola presente nel tè verde potrebbero aprire le porte a nuove possibilità di trattamento, così da intervenire in maniera più mirata ed efficace sulla formazione delle placche nei vasi.

=> Scopri perché tè verde ed esercizio fisico aiutano a prevenire l’Alzheimer

Tuttavia non sarebbe sufficiente un normale consumo di tè verde per produrre effetti sostanziali, spiega il prof. David Middleton, co-autore dello studio pubblicato sulla rivista Journal of Biological Chemistry:

Bevendo quantità normali di tè verde è probabile che non si verifichi alcun effetto. Quello che stiamo dicendo è che c’è bisogno di guardare a questa molecola con maggiore attenzione e trovare modi con i quali possiamo adattarla per rendere più assimilabile dall’organismo o modi di trasportarla alle placche.

Come hanno ricordato gli stessi ricercatori è possibile ridurre al minimo il rischio di placche coronariche e di patologie cardiovascolari adottando uno stile di vita sano, seguendo innanzitutto una dieta bilanciata. Altri fattori chiave sono l’evitare di fumare e praticare regolare attività fisica.

7 giugno 2018
Lascia un commento