A Napoli arriva il taxi low cost. Per invogliare i cittadini a lasciare a causa l’auto privata, l’amministrazione comunale ha presentato l’iniziativa “Taxi per tutti”, che prevede due tariffe fisse da 6 e 8 euro per le corse tra la nuova maxi ZTL del Centro antico e diverse zone del territorio cittadino.

L’iniziativa “Taxi per tutti” si inserisce nel nostro progetto complessivo di rivoluzionare culturalmente la città – ha dichiarato il sindaco Luigi De Magistris durante la presentazione – Un progetto che passa anche dalla maxi ZTL, dalle pedonalizzazioni e dalle nuove navette ecologiche, e che punta alla rinascita economica di Napoli e al consolidamento della sicurezza.

A partire dal 16 febbraio i passeggeri diretti verso un qualsiasi punto della Zona a traffico limitato (o in uscita dalla stessa ZTL) potranno dunque chiedere ai tassisti l’applicazione della tariffa predeterminata, pagando appunto 6 o 8 euro a seconda della distanza percorsa. Così, ad esempio, per spostarsi da o verso la stazione centrale o piazza Plebiscito basteranno 6 euro, mentre ce ne vorranno 8 per arrivare fino a Mergellina o al parcheggio Brin. Le mappe delle due fasce interessate dal progetto saranno esposte nei taxi in italiano e inglese.

Le tariffe low cost saranno in vigore 24 ore su 24, 7 giorni su 7 – ha spiegato l’assessore alla Mobilità del Comune di Napoli, Anna Donati – e saranno comprensive di tutti i normali extra, come il trasporto bagagli, il supplemento per i giorni festivi, eccetera.

Quella delle corse in taxi a tariffa predeterminata e agevolata non è la prima iniziativa varata dall’amministrazione partenopea per favorire la mobilità sostenibile. Oltre alla maxi ZTL che entrerà in vigore il prossimo 13 febbraio, Palazzo San Giacomo ha annunciato la costruzione di nuove piste ciclabili e l’introduzione di navette ecologiche per i turisti.

8 febbraio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento