La tassa sul cibo spazzatura si avvia nelle prossime settimane a diventare realtà. Lo afferma il ministro della Salute Balduzzi, che torna sull’argomento dopo aver già anticipato a cavallo tra il 2011 e il 2012 l’ipotesi di un’imposta a sostegno delle strutture sanitarie nazionali.

Tassa sul cibo spazzatura che verrà, almeno in un primo tempo quindi, utilizzata per la costruzione di nuove strutture ospedaliere e per il sostegno di quella sanità locale in situazioni economico-finanziarie precarie. Le cifre al momento sono ancora tutte da confermare, ma gli introiti previsti si stimano in circa 270 milioni. Non solo interesse fiscale sottolineano però dal Ministero della Salute, con Renato Balduzzi che fa sapere di considerare un altro l’obiettivo primario:

Il primo segnale riguarda la necessita’ di migliorare le abitudini alimentari. Mandiamo un messaggio ai consumatori, vogliamo farli risparmiare in termini di salute, cosa che poi si traduce in un risparmio anche per il sistema sanitario nazionale.

Lo stesso Balduzzi parla di contatti con le Regioni già in fase avanzata, dai quali dovranno scaturire i termini esatti di applicazione della tassa:

Si tratta di una piccola imposta – ha spiegato Balduzzi – e dobbiamo finire di concordarla con le Regioni, che comunque mi sembrano d’accordo su questa impostazione. Per ora stiamo pensando di utilizzare il denaro per migliorare le strutture sanitarie, dal punto di vista delle attrezzature.

Si tratta di un settore molto in sofferenza. Quando le risorse sono limitate come in questo momento e’ piu’ difficile aprire agli investimenti.


Le prime strette arriveranno da subito per superalcolici e bibite gassate, mentre è stata scelta la linea morbida per quanto riguarda merendine e snack, sui quali si è scelti di procedere in via preliminare con la ricerca di un accordo con le aziende produttrici:

Stiamo discutendo con le aziende perche’ si ottimizzi e migliori la qualita’ delle produzioni, specialmente quelle dolciarie. Qui al momento non ci muoviamo con la leva fiscale ma cerchiamo l’accordo.

17 aprile 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Maraclal, giovedì 19 aprile 2012 alle11:54 ha scritto: rispondi »

CARBON TAX.   la musica non cambia!!!!SOLDI SOLDI  SOLDI.La colpa in questo caso è anche di un  di un popolo NIMB fatto di benpensanti ,verdi o quant'altro(che di economia ne capiscono ben poco) e poteri forti (transnazionali) che ,colonizzandoci nel settore energetico(vedi anche mattei)non hanno permesso ,massacrando FELICE IPPOLITO,lo sviluppo del nucleare in ITALIA.......................BUONE TASSE A TUTTI!!!!!!

Maraclal, giovedì 19 aprile 2012 alle11:37 ha scritto: rispondi »

continuano a prenderci in giro.La verità è che vogliono dagli italiani sempre più soldi contanti da dare ad un sistema politico corrotto,come la mafia e gli usurai.non è possibile che un governo stabilisca per legge la dieta dei cittadini(per il loro benessere..),e poi incassa dal gioco (che rovina migliaia di famiglie )un pacco di miliardi.

Paolo Simionato, mercoledì 18 aprile 2012 alle8:30 ha scritto: rispondi »

Tra tutte le tasse che continuano a mettere penso che quella sul cibo spazzatura sia la più equa..... ovviamente SE i fondi verranno realmente utilizzati per EDUCARE la gente ad una corretta alimentazione e per sostenere i costi sociali che comporta questo tipo di alimentazione. Altrettanto ovviamente però, essendo in Italia, succederà che anche i soldi di questa nuova tassa confluiranno nel bidone comune da dove attingere per scopi che nulla hanno a che vedere con l'obiettivo dichiarato inizialmente (come ad esempio i "rimborsi" ai partiti)... e così finirà che anche questa, come molte altre, sarà semplicemente una nuova tassa :(

Chicca, martedì 17 aprile 2012 alle15:48 ha scritto: rispondi »

..nel senso che verranno tassate tutte quelle persone che rovistano nel cassonetto per mangiare? Bè mi sembra coerente con il resto dei provvedimenti presi da rigor montis: favorevole.

Anonimo, martedì 17 aprile 2012 alle11:26 ha scritto: rispondi »

La tassa sul cibo spazzatura, sara' una nuova tassa e BASTA! Perche' per educare i bambini a nutrirsi correttamento non mettete un BEL DIVIETO di installazione delle macchinette di snack e bibite nelle scuole, almeno alle elementari e medie ??

Lascia un commento