Capita spesso di leggere di animali che si ricongiungono con i padroni dopo molti anni, soprattutto nel mondo canino e felino. Cani e gatti, infatti, hanno la straordinaria capacità di ritrovare la strada di casa ovunque siano, quasi fossero dotati “GPS biologico”. Ma nessuno aveva mai sentito parlare di ricongiungimenti tra uomini e tartarughe, anche se in questo caso la capacità di scovar la via del ritorno nulla c’entra.

È successo in quel di Rio De Janeiro, dove la famiglia Almedia ha ritrovato la tartaruga Manuela dopo ben tre decenni dalla sua scomparsa. Nel 1982 gli Almedia hanno deciso di rinnovare la loro abitazione e, tra il trambusto di operai e muratori, non sono più riusciti a trovare la loro amata Manuela. La famiglia ha pensato fosse fuggita da una porta lasciata inavvertitamente aperta e, nonostante le ricerche, ha subito perso la speranza di ritrovarla.

>>Scopri come accudire tartarughe domestiche

Qualche giorno fa, però, gli Almedia si sono ritrovati in una situazione del tutto simile a quella accaduta 30 anni prima. Con la morte del capofamiglia, si è reso necessario un piccolo trasloco e tra una scatola e l’altra Manuela ha fatto la sua apparizione. Per tre decenni il placido animaletto si è nascosto in uno sgabuzzino, tra vecchi sacchi e altri oggetti dimenticati.

Ed è proprio in uno di questi sacchi che Manuela è stata ritrovata: dopo aver portato la spazzatura in giardino per il ritiro, un vicino di casa ha notato dei movimenti sospetti. Stupito, ha chiesto agli Almedia se davvero fossero convinti di sbarazzarsi della piccola gettandola nel bidone dell’immondizia: è così che la tartaruga è stata ritrovata.

>>Scopri lo scandalo delle tartarughe comprate online

L’animale è stato immediatamente visitato da un veterinario, il quale ne ha assicurato le perfette condizioni di salute. Questo tipo di tartarughe domestiche è noto per essere molto resistente, tanto che in letteratura vi sono casi di esemplari che non si sono nutriti per ben tre anni consecutivi. Secondo i medici, Manuela sì è tenuta in forma grazie a termiti e piccoli insetti sicuramente presenti nel magazzino, mentre sembra probabile che l’animale sia finito in quel sacco solo in tempi recenti, forse nel tentativo di inseguire una preda.

31 gennaio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento