Sono stati 50 anni particolarmente intensi, almeno sul fronte amoroso, quelli vissuti da una tartaruga originaria dello zoo di San Diego, poi trasferita presso le isole Galapagos. Grazie alla sua straordinaria e instancabile propensione all’accoppiamento, infatti, l’esemplare maschio di testuggine gigante ha permesso il salvataggio della sua intera specie. Una progenie di almeno 800 eredi diretti, i quali a loro volta hanno permesso la nascita di un totale di 2.000 piccole tartarughe.

Diego, questo il nome dell’esemplare, ben cinque decadi fa è stato trasferito dallo zoo di San Diego alle Isole Galapagos, nella speranza potesse riprodursi, salvando così le minacciate tartarughe della sottospecie Chelonoidis hoodensis. Una missione che è stata presa alla lettera dalla designata testuggine, considerato come dal suo arrivo sull’Isola non abbia mai smesso, nei periodi di fertilità, di accoppiarsi. Una propensione sfrenata al sesso, infatti, che ne ha permesso il definitivo salvataggio della specie.

A seguito di uno studio genetico condotto sulle tartarughe di questa specie in libertà presso le Galapagos, è infatti emerso come oltre il 40% degli esemplari derivi proprio dall’instancabile attività amorosa di Diego. Tutt’altro che tradito dall’aspetto serafico e dalla stazza importante di questa specie, ben oltre i 100 chili, il protagonista di questa vicenda si sarebbe accoppiato migliaia di volte negli ultimi 50 anni, donando la vita ad almeno 800 figli. Un fatto che avrebbe permesso alla specie di passare dal pericolo imminente di estinzione a un meno preoccupante livello “critico”.

15 settembre 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento