Non solo scoiattoli, uccellini e cani in libera uscita, recandosi al parco si rischia ora di incrociare la strada con un’enorme tarantola. È quanto è successo in un’area verde pubblica del Galles, dove pare sia stato ritrovato un esemplare di tarantola rossa messicana. Improbabile che l’aracnide sia giunto autonomamente in Inghilterra, con tanto di traversata oceanica: l’ipotesi è che sia stato abbandonato da qualche proprietario locale o, in alternativa, sfuggito dalla sua teca.

Il tutto è accaduto qualche giorno fa, quando un passante nei pressi di Garth Park, in quel di Maesteg, ha notato il ragno all’interno del parco pubblico. Allertate le autorità locali, l’esemplare è stato catturato e consegnato in custodia a Rhys Jones, un esperto di aracnidi dell’Università di Cardiff.

È improbabile il ragno sia giunto da grandi distanze, date le fredde temperature primaverili e la vicinanza alle case. L’habitat di questa zona offre poco per questa specie di ragno, considerato come consista principalmente in grandi campi aperti, controllati da molti predatori aerei come gabbiani e corvi.

La specie Brachypelma vagans è una tarantola tipica del Messico: dal corpo irsuto e zampe anche di 12 centimetri, nonostante l’aspetto sembra manifesti un carattere docile. Per questo motivo, pare si tratti di una delle varietà spesso scelta per l’allevamento in cattività. Per quanto allarmante sia stato il suo ritrovamento in un parco pubblico, gli esperti inglesi sottolineano come questi aracnidi non pongano un rischio per la sicurezza: il morso non sarebbe velenoso, seppur comunque capace di provocare un certo dolore.

Come ricordato in apertura, sembra sia verosimile la possibilità di un abbandono da parte di qualche precedente proprietario o, in alternativa, di una fortuita fuga dalla sua teca. Gli esperti sottolineano come, dato il clima europeo troppo freddo e i numerosi predatori, questi ragni non dovrebbero essere mai lasciati al loro destino con un’immotivata immissione in natura.

1 aprile 2015
Fonte:
Lascia un commento