È simile ai tanti fitness tracker disponibili in commercio, quei bracciali tecnologici pronti a monitorare la qualità del proprio allenamento, nonché alcuni elementi biometrici. Eppure questo dispositivo non si lega al polso, bensì alla coda del cane. Si chiama TailTalk, è attualmente in fase di crowdfunding e promette di rivelare le emozioni del proprio amico a quattro zampe, semplicemente dal movimento della sua coda.

Apparso su IndieGoGo e già molto popolare sui social, il dispositivo è una sorta di laccio leggero e poco ingombrante per il cane, dotato di accelerometro, giroscopio e altri sensori. Analizzando costantemente i movimenti della coda del cane, sempre indicativi della gioia o dello stress dell’animale, il dispositivo comunica con lo smartphone del proprietario per produrre grafici dell’umore del compagno a quattro zampe, così come per segnalare eventuali condizioni da migliorare.

Secondo quanto dichiarato da Mike Karp, COO dell’azienda DogStar Life, il tracker si basa su precedenti ricerche effettuate dall’Università Aldo Moro di Bari e del College of Veterinary Medicine della Cornell University. Il primo studio suggerisce come vi siano differenze tra il movimento a destra o a sinistra della coda, indicando nel primo caso felicità e nel secondo stress o paura. La seconda ricerca, invece, si è concentrata sui segnali comportamentali del cane, attraverso l’uso di speciali sensori e imbracature, che hanno associato a determinati movimenti o atteggiamenti fisici una risposta positiva o negativa dell’animale.

Secondo quanto dichiarato, il device è pensato per non essere di disturbo per l’animale domestico, tanto che lo stesso cane, dopo pochi secondi dal primo incontro, si dimenticherebbe di averlo indosso. I dati raccolti sono quindi sincronizzati con lo smartphone e permettono, nel corso del tempo, di analizzare le varie situazioni quotidiane a cui il quadrupede è sottoposto: la classica passeggiata al parco, la presenza di altri animali, la compagnia di una persona non gradita. Naturalmente, i dati vanno interpretati sul lungo periodo, poiché è normale che un cane possa manifestare una giornata negativa, smentita da quella immediatamente successiva.

Vogliamo che si analizzino diversi giorni e settimane di dati prima che si compia qualsiasi scelta drastica. Un cane può vivere una cattiva giornata, ma questo non significa che chi lo porta a passeggio è inadeguato. Comunque, se i dati costantemente rivelano che il cane non ama una certa esperienza, è certamente necessario trovarne un altra che gradisca.

Il device costa 99 dollari per i supporter su IndieGoGo, mentre nei negozi sarà disponibile tra i 129 e i 139 dollari. L’azienda ha al momento raccolto 31.000 dollari dei 100.000 necessari per avviare la produzione di massa.

7 ottobre 2015
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento