Tagliare gli sprechi energetici con EasyOFF

L’energia elettrica consumata dagli apparecchi lasciati in stand-by per ore e ore senza essere utilizzati, rappresenta una considerevole parte di quell’energia che viene sprecata inutilmente con conseguente spreco di denaro e risorse. Gli apparecchi che per cattiva abitudine vengono lasciati in stato di attesa sono generalmente televisori, lettori DVD, decoder, stampanti, elettrodomestici e stereo.

Spesso e volentieri le case produttrici non rilasciano nei manuali dei loro prodotti il consumo derivato dallo stand-by e, tantomeno, i Kw consumati annualmente. Tali consumi sono difficilmente controllabili dal consumatore e vanno a incidere in maniera considerevole sulla bolletta annuale anche per centinaia di euro. Senza contare lo spreco di risorse energetiche, con conseguente emissione di CO2 nell’atmosfera e altri agenti inquinanti.

Tali consumi sono apparentemente minimi, quindi scarsamente considerati. Se invece venissero sommati gli sprechi derivanti dalle decine di apparecchi lasciati in attesa nelle nostre case ci si rende conto della gravità della situazione. Basti pensare che un banale access point WiFi, solitamente lasciato sempre acceso, consuma in stand-by 79Kw/h in un anno, pari all’importo di circa ? 13,00. Oppure al monitor del PC che può arrivare a sprecare addirittura 149Kw/h nello stesso lasso di tempo. Consumo che aumenta a livelli considerevoli per televisori ed elettrodomestici.

Per la produzione tradizionale di un Kw elettrico la combustione produce circa 2Kg di CO2, moltiplicato per l’enorme massa che fa uso indiscriminato della modalità stand-by si può ben intuire la portata del fenomeno. Oggi ad aiutare gli sbadati o coloro che, semplicemente, non si sono mai resi conto del problema c’è un apparecchio di semplice utilizzo, chiamato EasyOFF.

Si tratta di una semplice ciabatta elettrica, dal costo di circa 30 euro, che spegne tutti gli apparecchi a cui sono collegati. Per venire incontro alle comodità a cui la tecnologia ci ha abituato, la ciabatta dispone di un sensore sensibile ai raggi infrarossi. Per cui quando vogliamo accendere un apparecchio, ad esempio la TV, EasyOFF attiva automaticamente tutti i dispositivi collegati.

EasyOFF consuma meno di 0,3W e permette un risparmio considerevole se si pensa che 3-4 apparecchi accessi ma inutilizzati consumano dai 20 ai 30W al giorno. Il suo acquisto quindi, oltre che conveniente, aiuta a tagliare l’enorme danno procurato all’ambiente dagli sprechi che, quotidianamente, compiamo anche senza rendercene conto.

3 ottobre 2008
I vostri commenti
Pino, giovedì 3 settembre 2009 alle16:51 ha scritto: rispondi »

Ho trovato questo sito a proposito di ciabatte intelligenti spero che sia d'aiuto www.multikey.it

Lascia un commento