Negli Stati Uniti si celebra domani la Festa del Ringraziamento e, come tradizione, la portata più rappresentativa della tavola sarà il classico tacchino. Eppure, sembra che quest’anno i simpatici pennuti non abbiano alcuna intenzione di finire in forno, almeno giudicando le singolari coincidenze che si sono rincorse in poche ore: dopo l’esemplare pronto a trovare rifugio in una chiesa, di cui si è dato notizia ieri, oggi sale agli onori della cronaca la storia di una coppia di fuggitivi. Un duo di tacchini, infatti, è riuscito a scappare da un furgone diretto al macello, trovando così la libertà.

Il tutto è accaduto ad Antigo, nel Wisconsin, dove due tacchini hanno trovato una via di fuga, evitando così l’uccisione in occasione del Ringraziamento. Stando a quanto riportato dalle fonti statunitensi, i due animali sarebbero accidentalmente caduti dal camion che li stava trasportando al macello, senza che il conducente potesse accorgersene. Poco dopo, i due fuggitivi sono stati intercettati dalla polizia di Wausau, per poi essere condotti in un centro di recupero.

Dalle ricostruzioni fornite da UPI, i pennuti sono stati recuperati grazie al centro di riabilitazione Wild Instincts, interpellato dagli stessi agenti. I due esemplari, dopo le verifiche sanitarie del caso, sono stati poi consegnati in custodia da Marge Gibson, direttrice di Raptor Education Group. Gli animali, feriti alle zampe data la caduta, sembra si stiano rimettendo rapidamente in sesto.

Nel frattempo, vi è molta attesa per scoprire quali saranno gli esemplari presto graziati da Barack Obama. Ogni anno, infatti, in occasione della Festa del Ringraziamento il Presidente USA sceglie alcuni tacchini, di norma in coppia, affinché possano essere trasferiti in una speciale fattoria, senza finire sulla tavola. In genere esemplari bianchi, i tacchini graziati vengono accuditi nel massimo del confort fino al raggiungimento della meritatavecchiaia. La cerimonia tradizionale avrà luogo domani, così come consuetudine.

25 novembre 2015
Fonte:
UPI
Immagini:
Lascia un commento