Tablet e TV: bambini, oltre 2 ore al giorno dannoso per la memoria

Gli esperti suggeriscono che i bambini dovrebbero limitare a due ore al giorno l’uso della TV e del tablet. In questo modo hanno la possibilità di migliorare il loro sviluppo cerebrale e la loro memoria.

Ne sono convinti in particolare gli scienziati del CHEO Research Institute di Ottawa, che hanno svolto uno studio proprio sull’argomento. I risultati sono stati inequivocabili, dimostrando come passare molto tempo giocando al computer o guardando programmi televisivi possa rendere più debole lo sviluppo del cervello.

=> Leggi perché i pediatri sconsigliano concessione tablet ai bambini con meno di 2 anni

I ricercatori hanno verificato che i bambini di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni che passano la maggior parte del tempo della giornata a interagire con i dispositivi elettronici o a guardare la televisione hanno delle funzioni cognitive inferiori del 5% rispetto agli altri.

Secondo gli esperti tutto ciò sarebbe dovuto al fatto che passare troppo tempo davanti alla TV non riesca a stimolare il cervello allo stesso modo di altre attività. Inoltre ci potrebbe essere un’altra conseguenza per i più piccoli, visto che tutto ciò potrebbe portare anche a una qualità più bassa del sonno.

=> Scopri perché smartphone e tablet aumentano miopia in bambini e giovani

La ricerca ha coinvolto più di 4.500 bambini, di cui si sono esaminati il tempo passato davanti allo schermo del televisore, il sonno e il livello di attività fisica. Dopo i piccoli sono stati invitati a compilare un test cognitivo per valutare le loro abilità linguistiche, le loro capacità di pensiero, i livelli di attenzione e la memoria di lavoro.

Quasi un bambino su tre non è riuscito a dimostrare di avere buone capacità cognitive. Il 41% è riuscito soltanto in una delle attività cognitive esaminate. Il dottor Jeremy Walsh, che ha guidato lo studio, ha sottolineato l’importanza che i bambini svolgano delle attività equilibrate durante la giornata. Come ha dichiarato l’esperto:

I comportamenti e le attività quotidiane contribuiscono allo sviluppo del cervello e del pensiero cognitivo nei bambini, insieme all’attività fisica. Il comportamento sedentario e la qualità del sonno potrebbero influenzare in modo determinante le capacità cognitive.

27 settembre 2018
Immagini:
Lascia un commento