Symantec: le imprese informatiche investono sempre più in politiche verdi

Secondo un documento rilasciato da Symantec, il concetto dell’informatica ecologica, la Green IT, sta facendo proseliti nel mondo, specie se si guarda a specifiche pratiche di gestione e virtualizzazione dei servizi, oppure se si considerano gli obiettivi di sostenibilità.

Quella dell’informatica pulita e rispettosa dell’ambiente è una lotta che il gruppo di Cupertino sta portando avanti con forza e da tempo con la propria iniziativa Green IT e i risultati di questo studio confermano che questa strada è stata intrapresa da molti nel settore.

Negli ultimi 12 mesi, l’Information Technology è emersa come una delle forze nella spinta di iniziative verdi – non solo per i benefici di risparmio energetico, ma anche come risultato del desiderio diffuso di implementare pratiche responsabili per l’ambiente

ha spiegato Jose Iglesias, vicepresidente Symantec

Il pendolo ha girato in entrambe le direzioni e l’IT sta ora prendendo un approccio bilanciato che è più integrale per una strategia industriale “verde”, dimostrata dal fatto che la vasta maggioranza di chi risponde è ora responsabile per i costi dell’energia dei propri data center.

Il sondaggio di Symantec è stato condotto lo scorso marzo su un campione di impiegati di alto livello di 1,052 compagnie importanti nel mondo, e ha mostrato risultati sorprendenti e positivi. L’alto dirigente Symantec ha poi raccontato così i risultati degli sforzi fatti: “Se in passato [il Green IT] era solo un oggetto del desiderio, è ora un elemento essenziale per tutte le compagnie che abbiamo monitorato”, ha spiegato Jose Iglesias. Gran parte delle aziende che ha risposto al sondaggio ha precisato di aver alzato il budget per il miglioramento ecologico: “La maggioranza dei budget [per le voci di bilancio non green, n.d.r.] è in fase declinante o rimane ferma; per questo il fatto che questi numeri siano in rialzo è da sottolineare”, conclude Iglesias.

I soldi spesi per le pratiche ecologiche sono quindi in forte aumento.

“Una delle ragioni per cui i bilanci [per le voci ecologiche] sono in crescita è perché una tipica società che risponde paga fra 21 milioni e 27 milioni di dollari l’anno in uso di elettricità”, ha detto Iglesias, “quindi cercare di ridurre il consumo di elettricità [con politiche verdi] si ripagherà da solo”. Oltre a potenziare il budget IT nel verde, quasi tutti gli intervistati hanno iniziato a discutere di una vera e propria strategia verde – il 97 per cento ha detto che è nelle loro intenzioni, mentre il 45 per cento delle imprese interprellate nel sondaggio aveva già messo in atto una strategia. Le motivazioni di questi progetti sono state equamente suddivise tra riduzione di costi e risparmio energetico, che il 92 per cento degli intervistati classifica come importanti. L’86% delle società informatiche infine crede che la responsabilità ambientale sia un motore essenziale per raggiungere gli obiettivi ecologici prefissati.

4 giugno 2009
Lascia un commento