Rappresentano uno dei peccati di gola più diffusi al mondo e, sebbene non sempre la loro preparazione sia fra le più salutari, rinunciarvi pare essere davvero difficile. Le patatine fritte, simbolo spesso del fast e dello street food, raccolgono estimatori in ogni parte del globo. Da oggi, tuttavia, questo gustoso prodotto culinario potrà puntare anche su un altro settore: quello del lusso. È quanto si apprende da un’iniziativa nata in Svezia, dove sono state prodotte le patatine fritte più care del mondo.

=> Scopri le proprietà delle patate


L’idea è nata dalla Saint Eriks Brewery: realizzare una versione delle patatine che potesse attirare non solo gli appassionati gourmet, ma anche gli amanti del lusso. Oltre a patate di primissima qualità, rigorosamente tagliate a mano, questa leccornia è arricchita con ingredienti e spezie uniche nel loro genere.

La superficie è infatti ricoperta dal Matsutake, un prezioso fungo asiatico, quindi impreziosita da aneto, alga tartufata e, per raggiungere un sapore davvero unico nel suo genere, anche qualche goccia di birra artigianale. Raccolte in confezioni di cinque patate ciascuno, rigorosamente impacchettate in un elegantissimo cofanetto nero, il prodotto costa ben 56 dollari: 11 per ogni singola patatina. Eppure il prezzo finale nasconde un progetto ben più aulico: i fondi raccolti, infatti, finiranno in beneficenza.

27 ottobre 2016
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento