Eliminare i lupi dalla Svezia. Questo l’obiettivo di un nuovo partito politico, fondato di recente nello stato nordico. Non uno degli aspetti del loro programma, in effetti rappresenta l’unico traguardo che questa formazione si prefigge di raggiungere. Leader del gruppo “Natura Democratica” è Marcus Werjefeldt, neanche a dirlo cacciatore.

Per capire come mai sia potuto venire alla luce un partito come questo bisogna ricordare brevemente la difficile storia che ha visto come protagonisti i lupi svedesi e scandinavi in generale. È durata decenni la caccia indiscriminata degli allevatori, convinti che solo l’abbattimento preventivo di questa specie potesse proteggere il loro bestiame.

A loro si erano però aggiunti anche veri e propri cacciatori, attirati unicamente dalla preziosa pelliccia. Queste uccisioni libere avevano portato i lupi svedesi sull’orlo dell’estinzione, tanto che nel 1960 si rese necessario approvare una legge speciale a tutela della specie. I risultati fortunatamente arrivarono e il numero degli esemplari risalì sino a 237.

Un numero pur sempre ridotto, ma che lo scorso anno in Svezia fu ritenuto sufficientemente alto per abrogare il divieto di caccia ai lupi. Questa volta l’attività venatoria è stata regolata dall’istituzione di alcune “quote”, provvedimento che tuttavia potrebbe non bastare a garantire la sicurezza della specie.

Nonostante questo già incomprensibile provvedimento, il nuovo partito politico chiede addirittura l’eliminazione completa dalla Svezia di tutti i lupi presenti. Senza neppure curarsi troppo del metodo, l’importante è non avere più di questi esemplari nella nazione. Queste le dichiarazioni di Marcus Werjefeldt riportate da TheLocal.se:

Non vogliamo eliminare tutti i lupi, semplicemente non li vogliamo in Svezia.


Mentre il mondo animalista si mobilita per salvare più specie animali possibili dalla totale estinzione, altrove c’è chi fonda un partito politico che non ha altro obiettivo che vedere i lupi estinguersi dal loro Paese. Forse per riuscire a salvare leoni, tigri, lupi e i molti altri esemplari a rischio si dovrà necessariamente passare per il fallimento di iniziative simili?

22 novembre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Mario Sabelli, venerdì 27 giugno 2014 alle8:52 ha scritto: rispondi »

è naturale che la specie dominante elimini quelle specie che possono creare problemi alla propria esistenza. in europa la tigre e vari altri carnivori sono stati combattuti ed eliminati dai nostri antenati per evitare che queste belve mangiassero le poche proteine da erbivori disponibili.

simona, venerdì 27 gennaio 2012 alle11:53 ha scritto: rispondi »

Mi vergogno di appartenere al genere umano!!! Per colpa di una massa di imbecilli insensati tra pochi anni non ci saranno più animali li avranno uccisi tutti! Proprio un vero olocausto!!! Se la Svezia ha approvato insindacabilmente di sopprimere tutti i lupi ci sono due cose da fare contrastare e rendere illegittimo questo provvedimento o l'unica alternativa salvare i lupi portandoli in salvo in qualche altro paese civilizzato!!

Paolinik, venerdì 25 novembre 2011 alle9:04 ha scritto: rispondi »

E' incredibile... non passa giorno senza vedere, sentire o leggere notizie che non fanno altro che confermare la sconfinata stupidità dell'essere umano :-( E' triste pensare che, probabilmente, il modo migliore per definire la nostra "intelligente" specie umana è quella utilizzata dall'agente Smith di Matrix: "[...]Improvvisamente ho capito che voi non siete dei veri mammiferi: tutti i mammiferi di questo pianeta d'istinto sviluppano un naturale equilibrio con l'ambiente circostante, cosa che voi umani non fate. Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l'unico modo in cui sapete sopravvivere è quello di spostarvi in un'altra zona ricca. C'è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual è? IL VIRUS. Gli esseri umani sono un'infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga[...]" Per questo pianeta siamo solo una piaga... e già i nativi d'America l'avevano capito come testimoniato dalle parole di Capo Toro Seduto dei Sioux Lakota: “Solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato, quando l'ultimo albero sarà abbattuto, quando l'ultimo animale sarà ucciso, solo allora capirete che il denaro non si mangia"

Noretta, mercoledì 23 novembre 2011 alle12:05 ha scritto: rispondi »

Ma non possiamo prenderceli noi? Metterli sui nostri monti?

Kal El, mercoledì 23 novembre 2011 alle11:03 ha scritto: rispondi »

* Sarebbero i paesi nordici...

Lascia un commento