Non c’è pace per l’ecosistema del Polcevera. Il torrente genovese già messo a dura prova dallo sversamento di greggio del 17 aprile scorso ieri è stato coinvolto in una seconda fuoriuscita di idrocarburi nella zona di San Quirico, a 1 km di distanza dal precedente incidente. Nel torrente sono finiti centinaia di litri di benzina, a dispetto della corsa contro il tempo ingaggiata dalla Protezione Civile e dai Vigili del Fuoco a partire dalle 19, non appena ricevuta l’allerta.

Secondo le prime ipotesi della Procura di Genova lo sversamento potrebbe avere origini dolose. A supportare questa dinamica è una prima analisi degli idrocarburi rinvenuti nel Polcevera. Si tratta di miscele utilizzate per ripulire le autocisterne. Dopo il lavaggio dei mezzi qualcuno avrebbe deciso di smaltire illecitamente i rifiuti speciali, scaricandoli nella parte del torrente tombata.

Sul luogo dello sversamento sono giunti nella notte il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti, il sindaco di Genova Marco Doria e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. Galletti parlando con i giornalisti ha spiegato di essersi recato nel capoluogo ligure per coordinare la nuova emergenza nel timore di uno sversamento di sostanze infiammabili.

Le informazioni trapelate in un primo momento si sono fortunatamente rivelate infondate. A rassicurare la popolazione è stato lo stesso Galletti, spiegando che i tecnici hanno la situazione sotto controllo e non c’è alcuna emergenza in corso.

Toti ha definito modesta l’entità dell’inquinamento, spiegando che gli idrocarburi non raggiungeranno il mare e che in zona non si avverte l’odore acre del prodotto. Lo sversamento è avvenuto a 8 chilometri dalla foce del torrente. Le barriere antinquinamento installate tempestivamente dai Vigili del Fuoco sono riuscite a contenere i danni.

Le équipe hanno versato nell’acqua un prodotto di contenimento schiumogeno per poter isolare e aspirare le sostanze inquinanti. Anche il sindaco Doria ha voluto rassicurare i cittadini sull’impatto dello sversamento avvenuto ieri nel Polcevera:

Se non ci fosse stato il precedente sversamento di greggio molto probabilmente l’episodio sarebbe passato quasi inosservato.

Secondo le autorità locali la recente fuoriuscita di idrocarburi nel Polcevera e lo sversamento di greggio avvenuto nell’oleodotto della Iplom lo scorso aprile non sono episodi collegati.

3 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento