Surfinia: coltivazione, potatura e cura

La surfinia, il cui nome botanico è Petunia × watkinsiana, è oggiuna varietà largamente diffusa in Europa: è tra le piante più impiegate per la decorazione dei balconi. La surfinia è stata sviluppata, negli anni Novanta, da talee di specie di petunie strascicate e resistenti alla pioggia. L’esemplare è molto apprezzato per i lunghi periodi di fioritura e per l’eccellente resistenza alla pioggia. Le varietà che oggi sono più diffuse nel mercato europeo sono:

  • Surfinia Hot Pink, con fiori intensamente colorati di rosa;
  • Purple, dal colore violetto brillante;
  • Blue e Sky Blue, con fiori blu intenso e celeste rispettivamente;
  • White, con i fiori bianchi;
  • Burgundy, con fiori di colore rosso intenso;
  • Lime, con fiori caratterizzati da evidenti venature gialle all’interno del calice;

=> Scopri come coltivare la petunia


Oggi sono in vendita anche molte varietà bicolori.

Caratteristiche morfologiche

Flower

Queste piante annuali sono originarie del Sud America. La surfinia è una varietà a crescita bassa: ha un’altezza media compresa tra i 13 e i 18 centimetri. Le foglie sono semplici, alternate, lanceolate di colore verde pallido. I gambi sono lunghi, piuttosto sottili e molli.

=> Scopri i fiori rossi più belli da giardino


La pianta fiorisce continuamente dalla fine della primavera, durante l’estate e molte cultivar anche fino ai primi giorni freddi d’autunno. I fiori possono essere singoli o doppi, hanno cinque petali e sono a forma di tromba.

Coltivazione e cura

Queste annuali a rapida crescita possono essere coltivate con successo in pieno sole, ma alcune varietà preferiscono aree leggermente ombreggiate.
Il terreno deve essere umido e con un buon drenaggio: una buona soluzione potrebbe essere quella di aggiungere alla terra dei vasi delle perle di argilla espansa, che favoriscono aerazione e drenaggio. Periodicamente è anche utile aggiungere un concime organico.

=> Scopri come coltivare la calla


Poiché le surfinie sono a rapida crescita, richiedono molta cura e una discreta attenzione alla manutenzione. La coltivazione può iniziare con successo dalla semina, oppure dall’acquisto di piantine già mature da mettere a dimora in primavera. Nel caso della semina, è preferibile che questa avvenga in casa o in altro luogo protetto: circa otto settimane dopo si potranno piante i germogli all’aperto, se la temperatura esterna è compresa tra 21 e 27 °C. La propagazione della surfinia avviene per talea.

Irrigazione

Balcony

La surfinia deve essere annaffiata in modo costante. Nei mesi meno caldi sarà sufficiente procedere una volta alla settimana. Per assicurarsi una buona resa, è preferibile irrigare in profondità e alla mattina presto. Tra un’annaffiatura e l’altra serve lasciare asciugare completamente il terreno. Nei periodi caldi, le piante possono richiedere l’irrigazione più spesso, anche due volte al giorno nei mesi estivi.

=> Scopri i rimedi naturali contro gli afidi


Le surfinie sono soggette principalmente a parassiti e malattie comuni che includono afidi, bruchi, aleurodidi, insetti minatori fogliari, lumache, muffe polverose e lanuginose, nonché virus.

Potatura

Nel corso del mese di luglio le surfinie potrebbe ridurre la fioritura e presentare nuovi fiori solo sulla punta dei rami. Per incentivare questo processo, è necessario potarle per eliminare circa la metà dei rami, anche quelli che sono ancora fioriti. In un paio di settimane i rami cresceranno di nuovo e riprenderà la fioritura.

19 giugno 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento