Luna blu 2018: come e quando vederla

Il 2018 si apre nel segno della Superluna e della Luna blu: dopo lo spettacolare cielo ammirato nella notte fra l’1 e il 2 gennaio, è arrivato il momento di prepararsi a delle rare eclissi lunari totali che si preannunciano come gli eventi astronomici dell’anno. Come e quando vederle per non lasciarsele sfuggire?

Dopo l’incredibile luna piena di Capodanno – chiamata Superluna perché più vicina alla Terra del 7,3% rispetto al solito, il 31 gennaio si assisterà a un’eclissi lunare totale insolita: si tratta della Luna blu (o bluemoon), chiamata in questo modo perché coinvolgerà la seconda luna piena del mese. Sarà visibile dall’Australia, Nord America, Estremo Oriente e Oceano Pacifico, ovvero da quei posti nel mondo in cui sarà notte alle 4:58 EST o 09:58 GMT. Secondo quanto reso noto dalla NASA, in quest’occasione la luna si troverà a 223.068 miglia (358.994 chilometri) dalla Terra, rispetto alla distanza media di 238.855 miglia (384.400 chilometri) a cui si trova solitamente.

Non accade da ben 152 anni che un’eclissi totale coinvolga la seconda luna piena del mese: l’ultima Luna blu si era infatti verificata il 31 marzo 1866. Dopo questa del 31 gennaio, se ne riparlerà il 31 dicembre 2028 e il 31 gennaio 2037.

L’Italia si rifarà con l’eclissi lunare totale del 27 luglio, quando Giove e Saturno raggiungeranno l’opposizione consentendo il verificarsi di un fenomeno che promette di essere particolarmente suggestivo e di meravigliare grandi e piccoli. Sarà un 2018 movimentato, dunque, per gli amanti dell’astronomia: anche se magari non si noterà la differenza a occhio nudo, saranno probabilmente condivise online migliaia di fantastiche immagini della luna nelle sue vesti più peculiari, per poterla ammirare comodamente da casa, da qualsiasi luogo ci si trovi. Non dovrebbero mancare inoltre le dirette streaming che ormai accompagnano tutti gli eventi di questo tipo.

2 gennaio 2018
Fonte:
Via:
Immagini:
Lascia un commento