Bere succo di barbabietola rossa aiuta a ringiovanire il cervello e a prevenire la demenza. A sostenerlo in un loro studio sono stati i ricercatori della Wake Forest University, nel North Carolina, secondo i quali tale rimedio naturale avrebbe il duplice effetto di migliorare la circolazione sanguigna all’interno dell’organo e di stimolare le prestazioni durante lo svolgimento di esercizi fisici e mentali.

=> Nella frutta il segreto di un cervello più intelligente, scopri perché

Sono stati coinvolti nello studio, sugli effetti della barbabietola rossa per il benessere del cervello, ventisei individui tra uomini e donne (di età minima 55 anni): tutti i partecipanti non svolgevano esercizio fisico e mostravano sintomi di ipertensione.

Tutti hanno svolto una sessione di camminata, della durata di 50 minuti, praticata su un tapiroulant, mentre solo metà di loro ha assunto (un’ora prima della prova) un bicchiere di succo di barbabietola rossa. Tale test è stato ripetuto 3 volte a settimana per 6 settimane.

=> Scopri le differenze tra barbabietola rossa e bianca

I benefici per coloro che hanno assunto succo di barbabietola rossa hanno riguardato sia le regioni del cervello preposte al controllo del movimento che quelle relative alle emozioni e alle funzioni cognitive. Come ha sostenuto il Prof. Jack Rejeski, autore dello studio:

Il monossido di azoto è davvero una molecola molto potente. Raggiunge aree del corpo che sono ipossiche o che necessitano di ossigeno, e il cervello è un grande consumatore di ossigeno all’interno del vostro corpo.

Se confrontato con il solo svolgimento degli esercizi, assumere dei supplementi di succo di barbabietola rossa si traduce in una connettività che ricorda da vicino quella riscontrata nei giovani adulti.

21 aprile 2017
Lascia un commento