È uno degli ortaggi da sempre più apprezzati, grazie al suo sapore intenso e all’impiego in numerose ricette della tradizione culinaria mediterranea. Eppure non tutti conoscono l’uso del carciofo per la preparazione di un originale succo, dalle numerose proprietà salutari per l’organismo. Depurante e antiossidante, il succo di carciofo può rappresentare sia un valido alleato di bellezza che per migliorare le normali funzioni del metabolismo. Ma quali sono le sue proprietà e, soprattutto, gli effetti più noti?

Il succo di carciofo può essere facilmente preparato anche a casa, considerato come si tratti di un ortaggio semplice da coltivare o facilmente reperibile presso la piccola e grande distribuzione. Per coglierne i benefici, tuttavia, il consumo della bevanda potrebbe non essere sufficiente: è necessario abbinarlo a una dieta sana nonché a uno stile di vita attivo. Le informazioni di seguito riportate, di conseguenza, hanno carattere unicamente illustrativo.

Succo di carciofo: proprietà e preparazione

La Cynara scolymus è una pianta della famiglia delle Asteraceae, molto conosciuta in ambito alimentare, soprattutto nei paesi affacciati sul Mediterraneo. Protagonista delle più svariate ricette, sia come ingrediente cardine che come accompagnamento, l’ortaggio è stato impiegato negli anni anche per numerosi altri scopi, ad esempio per la produzione di liquori, digestivi e per le sue proprietà medicinali.

Dal punto di vista nutrizionale, il carciofo fresco è un alimento ipocalorico: 100 grammi di prodotto, infatti, apportano soltanto 47 calorie. Di questo peso, i carboidrati rappresentano 11 grammi sul totale, le proteine raggiungono i 3.3 grammi e i grassi soltanto 0.2 grammi. Ancora, il vegetale offre un buon apporto di sali minerali come sodio, potassio, magnesio calcio e ferro, nonché vitamine dei gruppi A, C, B6 e molte altre ancora. Decisamente interessante è il contenuto in fibra, ben 5 grammi, dalle proprietà utili per la regolazione del transito intestinale.

=> Scopri come coltivare il carciofo


Il succo di carciofo fresco condivide un profilo nutrizionale simile, lievemente meno calorico data l’abbondante diluizione in acqua. 100 grammi di bevanda assicurano all’incirca 11-20 calorie, suddivise in 1.2 grammi di carboidrati, 1.3 di proteine e lo 0.1 di grassi. L’apporto in termini di vitamine e sali minerali, nel mentre, subisce variazioni trascurabili rispetto a quanto riportato poc’anzi.

Preparare un succo a base di carciofo è molto semplice, poiché non richiede grandi competenze in cucina. In caso si volesse ricorrere a un estrattore, si controllino preventivamente le informazioni fornite dal produttore: non tutti gli apparecchi permettono di ricorrere a questo vegetale, date le fibre decisamente corpose. Per la realizzazione è sufficiente scegliere due esemplari di medie dimensioni, rimuovere le foglie esterne più dure, quindi inserirli in un frullatore aggiungendo un bicchiere di acqua fredda. Dopo aver ottenuto un composto sufficientemente liquido, si aggiunge del succo di limone a piacere si filtrano le fibre rimaste con un colino.

Succo di carciofo: i benefici

Il succo di carciofo, così come l’ortaggio consumato fresco, può garantire degli interessanti benefici per l’organismo. Naturalmente, prima dell’assunzione, è bene vagliare eventuali ipersensibilità personali, nonché alcune controindicazioni all’impiego. Utile è richiedere il parere del medico: in linea generale, il carciofo è sconsigliato in associazione ad alcuni farmaci, in caso di gastriti o disturbi alla cistifellea data la sua capacità di stimolare le secrezioni digestive, ma anche in caso di predisposizione a intolleranze e allergie, poiché potrebbe stimolare la liberazione dell’istamina.

=> Scopri le proprietà depurative del carciofo


I primi benefici della bevanda si manifestano a livello digestivo e depurativo. Il carciofo è ricco di cinarina, un composto in grado di stimolare la salivazione e il rilascio dei succhi gastrici, nonché la produzione di bile e di enzimi epatici. In condizione di salute normali, di conseguenza, può essere d’aiuto per smaltire un pasto più pesante del solito, ma anche per depurare l’apparato digerente nel suo complesso. Ancora, manifesta delle proprietà dimagranti, poiché aumenta l’apporto di liquidi stimolando la ritenzione idrica e la diuresi, ma anche e soprattutto perché ipocalorico.

La già citata cinarina può avere un ruolo antiossidante, perché manifesta un’azione diretta contro i radicali liberi, i primi responsabili del processo d’invecchiamento a livello cellulare. Non ultimo, il composto può essere utile in alcuni casi per il controllo del colesterolo, di cui è naturale contrasto.

23 luglio 2017
I vostri commenti
Emilia, domenica 23 luglio 2017 alle19:41 ha scritto: rispondi »

Il carciofo Non è solo buono ma ha tante proprietà. Anche non fa ingrassare . Io sovente lo mangio crisi . Tolgo le foglie intorno e col cuore faccio una insalata con delle schegge di parmigiano e lo faccio a fettine condisco con un po' di limone e olio d'oliva

Lascia un commento