Praticare lo stretching ogni giorno aiuta ad alleggerire i sintomi di menopausa e depressione. L’indicazione arriva dai ricercatori del Physical Fitness Research Institute, parte della Meji Yasuda Life Foundation of Health and Welfare di Tokyo, che hanno analizzato durante lo studio i profili di 40 donna giapponesi di età compresa tra i 40 e i 61 anni.

Secondo gli esperti sono sufficienti 10 minuti di stretching al giorno per attenuare i sintomi di menopausa e depressione nelle donne. Come ha sottolineato la Dott.ssa JoAnn Pinkerton, direttore esecutivo The North American Menopause Society:

Se le donne praticassero esercizi come la camminata leggera 30 minuti al giorno o stretching per 10 minuti migliorerebbero la loro salute, i sintomi relativi alla menopausa, l’umore e la cognizione e, se lo stretching dovesse aiutare il sonno, anche migliorare il proprio riposo.

Nel corso dello studio a 20 delle partecipanti è stato chiesto di praticare 10 minuti di stretching prima di andare a dormire durante un periodo di tre settimane. Le restanti hanno invece praticato una condotta sedentaria. Sia prima che dopo tale lasso di tempo alle volontarie è stato chiesto di compilare due questioni, relativi uno ai sintomi della menopausa (tra i quali brividi, vampate di calore, disturbi del sonno e dell’umore) e l’altro della depressione.

Se all’inizio dello studio i due gruppi mostravano andamenti similari, al termine delle tre settimane i miglioramenti di coloro che avevano praticato con regolarità lo stretching erano marcati. Saranno tuttavia necessarie ulteriori indagini, conclude la Dott.ssa Pinkerton, per confermare la reale efficacia di tale pratica:

È impossibile dire se l’effetto positivo registrato dallo stretching in relazione ai sintomi della menopausae della depressione sia dovuto allo stretching stesso, all’incremento di esercizio fisico o al non svolgere le attività che normalmente vengono svolte nei 10 minuti precedenti al sonno come mangiare, fumare o bere.

4 luglio 2016
Fonte:
Lascia un commento