Lo squat è un esercizio di tonificazione muscolare molto praticato nelle palestre e nei centri sportivi. Attraverso le sue possibili varianti garantisce un miglioramento di alcune condizioni fisiche, con particolare riferimento alla parte bassa del corpo umano.

È possibile praticare lo squat sia all’interno di palestre e centri sportivi come anche all’interno delle pareti domestiche, con la possibilità di incrementare lo sforzo con dei pesi oppure esercitarlo a corpo libero.

Come si svolge

Svolgere lo squat come esercizio è possibile come detto sia a corpo libero che tramite l’utilizzo di pesi. La meccanica di svolgimento è piuttosto semplice, anche se è bene ricordare come sia necessaria, per ottenere i risultati migliori e per evitare infortuni, la perfetta sincronizzazione del movimento muscolare.

Durante lo squat sono interessati soprattutto i muscoli delle gambe e dei glutei, ma non vanno dimenticati anche altre fasce muscolari di grande rilievo durante questo esercizio come addominali e dorsali.

Questo perché la schiena deve essere mantenuta in posizione dritta attraverso proprio l’utilizzo di queste ultime due fasce muscolari, sostenute in questo compito dalla contemporanea contrazione dei glutei.

Si parte in piedi, con le braccia distese lungo il corpo. Si piegano le ginocchia sollevando le braccia all’altezza delle spalle e poi tornando alla posizione di partenza. Eseguire il movimento in maniera fluida, evitando di forzare quando non richiesto dall’esercizio.

In alternativa è possibile partire già con le braccia distese in avanti e in entrambi i casi aumentare la resistenza utilizzando dei pesi, che andranno scelti in base alle proprie capacità e non alle proprie aspettative.

A cosa serve

Lo scopo principale dello squat è andare a lavorare nella parte bassa del corpo umano. In particolare grazie allo squat è possibile tonificare i glutei e snellire le gambe, favorendone il dimagrimento e migliorandone la muscolatura senza alcun obbligo di aumentarne il volume.

La raccomandazione principale quando si esegue lo squat è riconoscere i propri limiti ed evitare gli errori più comuni, come l’inclinare la schiena in avanti o l’eseguire il movimento in maniera poco fluida rischiando strappi muscolari.

21 luglio 2014
Lascia un commento