Spreco alimentare, FAO: si butta un terzo del cibo prodotto nel mondo

Secondo la FAO ben 1300 milioni di tonnellate di cibo finiscono nella spazzatura, ovvero un terzo del cibo prodotto in totale. Lo ha dichiarato René Castro, vice direttore generale dell’organizzazione, sottolineando come lo spreco alimentare sia “un crimine” contro il Pianeta.

Discutendo delle sfide affrontate nella raccolta di 11 libri denominata “Lo stato del pianeta”, che tratta di temi come fame, cambiamenti climatici e deforestazione, il dirigente della FAO spiega come quello dello spreco alimentare sia un enorme problema e che occorra rivedere il modello seguito dai Paesi occidentali.

=> Scopri come lo spreco alimentare valga 16 mld l’anno, ma 3 italiani su 4 sono virtuosi


In particolare, come esplicato dal quotidiano spagnolo El Pais, in Europa, negli Stati Uniti, in Giappone, in Cina e in Australia il più grande spreco di cibo avviene proprio a causa dei consumatori:

Compriamo più di quanto possiamo mangiare e spesso lasciamo che il cibo scada nel nostro frigorifero.

Non sarebbero solo le persone responsabili di tale problematica globale, ma anche i sussidi alla produzione di alcuni prodotti che fanno in modo che vi sia un surplus che non viene nemmeno raccolto. Secondo quanto diramato dalla FAO, in tal senso si sprecherebbe esattamente il 20% di latticini, il 35% del pescato, il 20% di carne bovina, il 30% di cereali, il 45% di radici e tuberi, il 45% di ortofrutta e il 22% di semi e legumi.

22 maggio 2018
Lascia un commento