Spirulina: sicura se a piccole dosi e da canali affidabili

Di recente sono pervenute all’ANSES segnalazioni di effetti negativi sull’organismo che possono essere collegati al consumo di integratori alimentari contenenti spirulina, nota alga che viene assunta anche da tantissimi italiani poiché promossa come benefica per la salute. Gli esperti precisano però che tali rischi sono collegati all’assunzione di questa sostanza in quantità elevate: non vi sono rischi se assunta a basse dosi.

=> Scopri gli effetti collaterali della spirulina

Disponibili sul mercato sotto forma di alimento comune o di integratore alimentare, i prodotti contenenti spirulina possono essere contaminati da cianotossine (microcistine in particolare), batteri o tracce di metalli come piombo, arsenico e mercurio. Gli effetti negativi riportati sono vari: disturbi digestivi, allergie, danni muscolari o epatici. Oltre al rischio di contaminazione, secondo gli studi disponibili:

la spirulina non sembra presentare un rischio per la salute a basse dosi fino a diversi grammi al giorno negli adulti).

=> Leggi quali proprietà e benefici ha la spirulina

Per tale motivo, l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Sanitaria francese raccomanda di assumere integratori a base di spirulina a basse dosi ed esclusivamente acquistati attraverso canali di approvvigionamento affidabili, controllati dalle autorità pubbliche. Evitare dunque l’acquisto nei canali online non sicuri, ad esempio.

Inoltre, gli effetti negativi della spirulina identificati portano gli esperti a sconsigliarne il consumo ai soggetti che soffrono di fenilchetonuria o iperfenilalaninemia (una rara malattia genetica) o che siano allergici a questa sostanza.

12 gennaio 2018
Immagini:
Lascia un commento