Non proprio una spiaggia solo per cani e gatti, ma un’apertura all’ingresso dei quadrupedi di proprietà, sempre con limiti e regole. La delibera approvata dalla giunta di Jesolo spalanca i cancelletti delle spiagge a tutti gli animali di affezione consentiti dalla legge. Anche se dei ventisei stabilimenti balneari e spiagge della costa, solo una piccola parte ne garantirà realmente l’accesso.

A permettere questa importante e utile novità, una collaborazione interessante tra Regione e impianti consenzienti, che si stanno attrezzando e organizzando adeguatamente. Il dialogo costruttivo nasce da una sempre più crescente domanda e ha permesso la nascita della delibera con l’aggiunta di una variante alle Norme Tecniche Attuative del regolamento comunale, con relativa modifica del piano particolareggiato dell’arenile. L’assessore all’Urbanistica, Otello Bergamo, ha voluto spiegare nel dettaglio la delibera:

Le modifiche approvate sono finalizzate a concedere la possibilità agli stabilimenti balneari di individuare delle aree da adibire all’ospitalità degli animali da compagnia […] la delibera approvata aveva come obiettivo quello di fissare dei parametri secondo i quali rientrare e che sono legati ovviamente alla sicurezza per i bagnanti e per gli stessi padroni degli animali. Da questo momento chi vorrà adeguare uno spazio della spiaggia che ha in gestione per destinarlo all’ospitalità di animali domestici potrà presentare un progetto al Comune che lo valuterà e concederà o meno le autorizzazioni richieste con speciale attenzione alla salvaguardia e il rispetto dell’igiene.

Per il momento sono due le strutture operative e in regola, mentre per le altre richieste avanzate dai rispettivi impianti balneari, si attende il responso dell’Asl 10. A cui si aggiungono porzioni di spiaggia libera dove l’ingresso di cani e gatti è consentito, ma sempre nel rispetto delle regole comuni. Il presidente della Federconsorzi di Jesolo, Renato Cattai, ha specificato che alcune dinamiche sono cambiate:

[…]Ma gli animali, o meglio i loro proprietari devono avere sempre con sé libretto sanitario che indichi vaccinazione, microchip e tutto il resto, quindi guinzaglio, museruola appresso, l’occorrente per raccogliere le deiezioni con i sacchetti igienici. Ora i cani e gli animali in genere non potranno più sostare nelle aree concessionate, ma solo transitare sulla passeggiata pedonale lungo la spiaggia o il bagnasciuga, fermo restando guinzaglio e museruola e libretto sempre appresso.

10 maggio 2016
Lascia un commento