Spesa di ottobre: zucca, radicchio e castagne per una tavola autunnale

In ottobre il cambio stagione, con l’arrivo dell’autunno, è molto più evidente: la natura e la tavola cambiano colore. Dai toni vivaci dell’estate si passa a una gradazione cromatica più calda ma meno squillante, un compendio di gialli, arancioni, ocra, marroni e verdi, con tocchi di rosso. Ottobre offre una proposta di prodotti molto intriganti, un mix di frutta e verdura decisamente autunnali, dal gusto intenso e corroborante e dai profumi caldi. Il colore apparecchia la tavola e offre benessere, per preparare il corpo ai primi freddi e per combattere i malanni di stagione. La cucina diventa conforto e abbraccio, il cibo offre nutrimento e comprensione, per sopportare la riduzione della luce solare e il cammino verso l’inverno.

Verdura

Vellutata di zucca

Il banco della verdura cambia la sua fisionomia adeguandosi alle proposte di ottobre e dell’autunno, si modificano i colori e i prodotti da riporre nella cesta della spesa. Riconferme per carote, patate, cipolla, melanzane, aglio, insalata, zucchina, pisello, cipollotto, rucola, cetrioli, ceci, sedano, spinaci, pomodori, peperone, tarassaco, cima di rapa, costa, lenticchie, valerianella e valeriana, scalogno e songino, fagiolini.

=> Scopri le proprietà della zucca


Ritornano i protagonisti dell’inverno, gli antiossidanti più importanti, come broccoli, cavolo, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, cavolfiore. Tra gli aromi ancora presenti si può fare affidamento su menta, basilico, erba cipollina, maggiorana, timo, origano, rosmarino, salvia e peperoncino, quindi prezzemolo e dragoncello. Già incontrati in precedenza, ma ora all’apice della loro presenza, troviamo zucca e funghi, mentre le novità sono affidate a radicchio e porri. La zucca, a dispetto della nomea, è un ortaggio poco calorico che non fa ingrassare, ottimo anche per i diabetici e ricco di vitamine A, B e C. Contiene proprietà antiossidanti, protegge il cuore, l’intestino, contrasta la ritenzione idrica e aiuta a gestire ansia e insonnia. I semi della zucca contengono Omega- 3 e zinco, alleati contro il colesterolo.

È un ortaggio facile da cucinare, da scegliere a giusta maturazione, si taglia a metà e si elimina con attenzione la buccia, si tolgono i semi (che si possono lavare e tostare), quindi si taglia a fette o cubetti. La più classica delle ricette è la zuppa di zucca con cipolle, rosmarino, brodo vegetale e funghi, si frulla, si aggiusta di sale e pepe e si serve calda con crostini di pane. Si possono preparare anche delle gustose chips di zucca, basta tagliare i cubetti con la mandolina così da ottenere fette sottili, da disporre sopra una teglia foderata con carta da forno, olio d’oliva e rosmarino tritato. Si cuoce tutto a 180° per 25 minuti, si servono calde con una spolverata di sale.

Frutta

Castagne

Anche il banco della frutta subisce un cambio radicale, perdendo buona parte dei protagonisti dell’estate, che cedono il passo ai prossimi compagni di viaggio che ci supporteranno fino alla primavera. Riconferma per la pesca tardiva, quindi melone invernale, prugne, fico d’india, gli ultimi fichi, uva, mela, ribes, lamponi, frutta secca e pere.

=> Scopri le ricette con le caldarroste


Fanno capolino le castagne, vere regine di ottobre, in compagnia dei primi agrumi, dei kiwi e delle melagrane. Le castagne sono l’emblema dell’autunno e del calore casalingo, si possono cuocere in forno, in padella o nel caminetto: basta praticare un taglio sopra ognuna così da evitare che scoppino durante la cottura.

1 ottobre 2018
Lascia un commento