Finalmente il mese di marzo ci accompagna a passi svelti verso la tanto agognata primavera: dopo un inverno altalenante è tempo di risvegliare corpo, mente e spirito. Il sole fa capolino con più frequenza e le giornate iniziano ad allungarsi per la felicità della natura e dei suoi germogli. Con un inverno non particolarmente rigido, l’offerta di marzo si fa più interessante e fare la spesa diventa una gioia per occhi e palato. I cibi del banco frutta e verdura risulteranno molto utili per la depurazione e rigenerazione personale: è tempo di ricaricare le pile per affrontare la stagione della rinascita.

Le proposte invernali faranno ancora bella mostra, magari a prezzi concorrenziali e interessanti. Ma al loro fianco sarà possibile trovare qualche novità succulenta, qualche intrigante proposta da servire per creare una tavola ricca di sapore e profumi. Invitanti e utilissimi i germogli di stagione possibilmente da coltivare in casa, oppure da acquistare per preparare pietanze divertenti e ricche di nutrimento. A marzo fare la spesa sarà un invito all’apertura stagionale, all’abbandono delle tossine accumulate durante l’inverno e all’accoglienza dei colori della natura.

Per quanto riguarda la verdura tra le riconferme possiamo trovare tutte le specialità invernali come broccolo, broccoletto, cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo rosso e nero, cavolo romano, cavoletti di Bruxelles, cicoria e cicorino, cima di rapa, cardo, catalogna, carota, coste, barbabietola, carciofo, indivia, lattuga, porro, radicchio rosso, scorzonera, scorzobianca, topinambour e sedano. Nuovo arrivo marzolino per le cipolline, una variante della cipolla, dalle dimensioni ridotte e dal gusto dolce. Il loro è un timido ingresso di stagione, per poi esplodere durante i mesi estivi. A marzo è possibile incontrare i primi freschi e croccanti spinaci: a dispetto della nomea non contengono tantissimo ferro ma sono ricchi di vitamine A e C, quindi in quantità minore di B, D, F, PP e K. Prodighi di sali minerali quali rame, magnesio, potassio, zinco, calcio e fosforo, ma anche tantissima acqua e fibre. Grazie alla presenza della luteina, sono un aiuto importante per la vista, ma anche validi alleati per cuore e intestino. Grazie alla presenza di acido folico possono favorire la produzione di globuli rossi e rinforzare il sistema immunitario: per non perderne i benefici è bene consumarli crudi con un filo d’olio e poco sale.

A marzo fa la sua presentazione la valerianella, ottima sia dal punto di vista alimentare che officinale, utilizzabile per infusi e decotti ma da assumere con parsimonia. Protagonisti di marzo gli agretti o barba di frate di cui è bene consumare i germogli freschi e le piantine più giovani. Ricchi di fibre, garantiscono una sensazione rapida di sazietà, controllano l’assorbimento lipidico e moderano l’indice glicemico. Contengono un buon quantitativo di calcio, vitamine A, C, B3, ferro, fosforo e acqua. Aiutano nella depurazione del corpo e nei regimi dietetici, in particolare per chi soffre di diabete di tipo 2. Per la frutta riconferme importanti per kiwi, arancio, mandarino, mandarancio, limone, pompelmo, mela, pera, banana, frutta secca e avocado. Primo ingresso rapido per il cedro, che conosceremo durante l’estate, quindi per il lime fonte di energia e parte integrante della famiglia degli agrumi. Contiene tantissima energia grazie alla vitamina C, quindi vitamina B utile per il sistema nervoso, sali minerali in particolare potassio e magnesio, acido folico, flavonoidi, mucillagini e acidi organici. Aiuta la digestione, la cura della pelle, sostiene la vista e depura l’intestino, è un valido compagno per il sistema urinario, riduce il colesterolo e i disturbi respiratori.

5 marzo 2015
Lascia un commento