Spesa di giugno: benessere con albicocche, frutti rossi e pomodoro

Arriva giugno, sesto mese dell’anno e primo della stagione estiva: finalmente la primavera cede il passo all’atmosfera tipica del relax vacanziero. Il sole è più caldo e intenso, la terra beneficia di questo calore vitale permettendo una crescita continua di saporita frutta e verdura. Anche il corpo si rigenera: dopo la rinascita primaverile, è tempo di spogliarsi da abiti e scarpe pesanti, abbracciando uno stile più confortevole e libero. Questo è il momento giusto per sperimentare nuove ricette leggere, in funzione delle vacanze al mare e in montagna, così da perdere qualche chilo in eccesso.

=> Scopri la spesa di maggio


Diete sane, centrifugati detox, insalatone, piatti unici invitanti e saporiti, paste fredde, cerali saporiti e macedonie. Il banco della frutta e della verdura sono ricchi di proposte colorate, succose, salutari e rinvigorenti. Un compendio di benessere utile a conservare energia e forza, ricaricando il corpo di sali minerali, idratandolo, contrastando con forza i radicali liberi e bruciando i grassi in eccesso.

Verdura

Pomodori

Quasi del tutto invariata la cesta della verdura per il mese di giugno, benché alcuni protagonisti primaverili tardino a salutarci, è tempo di un ricambio anche se minimo. Riconfermate sul banco della vendita patata e patata novella, cipolla, insalata gentile, aglio, carote, costa, fava, zucchina, pisello, cipollotto, rucola, tarassaco, erbetta, rapanello, cicorino, ceci, sedano, lenticchie, radicchio, valerianella e valeriana, scalogno e songino, asparagi, fagiolini novelli e spinaci.

Per quanto riguarda gli aromi, grande abbondanza: tantissime le erbe aromatiche in crescita e rigogliose che potranno insaporire cibi e pietanze. Arrivano ortica, fagioli freschi, lattuga romana, cappuccio, lollo e trocadero e molto altro. I fagioli, disponibili tutto l’anno e in tutte le versioni, ora finalmente si possono sgranare e consumare freschi. Legumi dall’altro valore proteico, sono un valido sostituto della carne e delle proteine di origine animale, indicati quindi per chi segue una dieta vegan e vegetariana. Ricchi di fibre e poveri di grassi, sono una ricarica di vitamina B, A e C, sali minerali e lecitina. che aiuta a smaltire i grassi e utile per abbassare il colesterolo, quindi carboidrati benefici in tandem con i cereali.

=> Scopri le ricette con i pomodori secchi


Ma il banco della verdura si arricchisce della presenza dei tanto attesi pomodori: ricchissimi di acqua, poveri di grassi e proteine, offrono un buon apporto vitaminico (E, B, D) ma anche di sali minerali. Antiossidanti naturali, favoriscono anche la diuresi, il transito intestinale e la buona digestione, ma non sono adatti per chi soffre di gastrite. Contengono la tanto temuta solanina, sostanza naturalmente tossica, presente in particolare nei pomodori verdi non completamente maturi.

Frutta

Frutti di bosco

Quasi tutto invariato il cesto della frutta, che potrà offrire ancora limoni, kiwi, pompelmo, mele, frutta secca, fragole, nespole, ciliegie e duroni. Nuovo arrivo per i frutti di bosco quali ribes, lamponi, fragoline di bosco e le solari albicocche. Queste ultime rappresentano l’arrivo della stagione estiva e, in tandem con le carote, aiutano e favoriscono l’abbronzatura grazie alla presenza del betacarotene che viene convertito in vitamina A, utile anche per il benessere cellulare e della vista.

=> Scopri le proprietà delle albicocche


Ricche di potassio, acqua, vitamina E e C e antiossidanti, aiutano la circolazione, l’intestino, la pelle e sono una sferzata energetica. Indispensabile consumarle fresche, di stagione, mature e sode, senza conservarle troppo in frigorifero. Si possono gustare singolarmente, oppure in macedonia o nell’insalata, ottime come parte integrante di dolci e torte. Non bisogna eccedere troppo, però, per non stimolare l’intestino.

1 giugno 2018
Lascia un commento