Il caldo sole di giugno è arrivato portando un tepore più intenso e giornate più lunghe: la voglia di scoprirsi è naturale come quella di idratarsi. Acqua e succhi a volontà ma anche frutta e verdura per rinfrescare la pelle e dissetare il corpo, sia fuori che dentro. La spesa è amica, particolarmente prodiga di novità e tanto colore. La tavola si veste di profumi e novità, anteprime succose della prossima e inebriante estate.

Immancabili le conferme del mese precedente e qualche evergreen di stagione, importanti e succose le novità di giugno. La frutta e la verdura saranno una costante del periodo, indirizzando corpo e mente verso una depurazione sempre più massiccia. L’organismo richiede più leggerezza ma anche nutrimento, cibi che aiutino a disintossicarlo dalle ritualità quotidiane e dalla stagione precedente. Frutta e verdura fresca per combattere l’invecchiamento cutaneo e cerebrale, ripulendo il fisico dall’inquinamento tipico della vita cittadina. Una scelta importante anche quella della spesa consapevole e stagionale, per impattare sull’ambiente in modo limitato. Meglio ancora se a offrire primizie è l’orto casalingo.

Verdura di giugno: idratazione assicurata

Il mese di giugno promette molte riconferme di stagione, presenze utili per il nutrimento del corpo e la sua salute. Tra queste possiamo individuare: carciofi, asparagi, salvia, finocchio, fave, piselli, cipolline, spinaci, valerianella, ancora qualche agretto o barba di frate ma anche broccoli, cavolo romano, cavoletti di Bruxelles, gli ultimi cavolfiori, cicoria e cicorino, rape, porro, ravanelli, sedano e lattuga, rucola, patate novelle, le prime zucchine e i fagiolini. Tra le novità il profumatissimo aglio, ceci, carote, cetriolo, erba cipollina, fagioli, lenticchie, melanzane, peperoni, bietola e i primi piselli. L’aglio è una delle piante più importanti per il benessere del corpo, ricco di solfati che ne caratterizzano l’odore intenso e dall’alto potere antibatterico grazie alla presenza della allicina e garlicina. Prodigo di minerali può contare sulla presenza della provitamina A, Vitamine B1, B2 e PP. L’aglio contrasta la pressione alta, regola la glicemia, favorisce il benessere della cute e dei capelli, combatte il colesterolo, è un toccasana per la flora batterica intestinale ed è schermo protettivo contro i metalli pesanti.

I ceci, come lenticchie e fagioli, sono una carica naturale di proteine vegetali quindi molto adatti per chi segue un’alimentazione vegetariana e vegan. Contengono potassio, calcio, fosforo, magnesio, sodio, ferro, zinco, rame, manganese e selenio. Ma anche amminoacidi in quantità limitate, quindi Vitamine B1, B2, B3, B5, e B6, folati, C, K e J e Vitamina E. Proteggono il cuore perché abbassano i livelli di colesterolo, favoriscono la circolazione, aiutano contro la depressione, grazie alla presenza di fibre controllano i livelli di glucosio e regolano le funzioni intestinali. Le bietole invece sono una verdura rinfrescante, diuretica e valida contro l’anemia. Contengono molto ferro e potassio, in tandem con buoni livelli di Vitamina C, ma anche luteina, betacarotene, clorofilla che è un antitumorale molto valido, acido folico e fibre.

Frutta di giugno, colore in tavola

La frutta di giugno è un ventaglio di colori e profumi, senza dimenticare l’elemento più importante cioè il sapore. Le riconferme sono tutte succose presenze che renderanno l’estate più leggera e dissetante come pompelmo, mela, pera, banana e avocado, nespole, ciliegie, fragole. In loro aiuto giungono albicocche, pesche, susine, i primi meloni e le prime angurie, quindi lamponi e mirtilli. Le arancioni albicocche sono una fonte di idratazione grazie all’85% di acqua presente, ma anche sali minerali, Vitamina C e molta vitamina A. Combattono la spossatezza e l’anemia, proteggono ossa, tessuti e prevengono problematiche a livello muscolare e nervoso. Sono leggermente lassative e favoriscono lo sviluppo della melatonina. Sono ottime sia fresche che secche.

I mirtilli dal colore bluastro sono utilissimi contro l’invecchiamento del corpo, contengono vitamina B9, acido citrico e l’acido idrocinnamico quindi le antocianine che aiutano i capillari. Toccasana per intestino e fegato, sono un salvavita per occhi, circolazione e svolgono un’azione attiva neutralizzando le sostane cancerose nell’apparato digerente. Proteggono il cuore irrobustendolo dal punto di vista muscolare, combattono i radicali liberi, svolgono un ruolo antisettico e anti-infiammatorio, quindi migliorano la diuresi.

2 giugno 2015
Lascia un commento