Dicembre è giunto con il suo carico di freddo e di luci di Natale: è tempo di feste e ricorrenze. Ma è anche il momento conclusivo di un intero anno, da cui prende il via l’ultima delle quattro stagioni: l’inverno. Le temperature più basse e la necessità di proteggersi dalle malattie di stagione trasformano il cibo in una fonte di protezione, ma anche la possibilità di depurare il corpo per contrastare gli eccessi delle festività. Feste ed acquisti, ma con un occhio alla scelta consapevole e intelligente. La spesa accorre quindi in aiuto fornendo alimenti molto utili e salutari.

L’offerta è vasta, interessante, ricca di frutta e verdura salutare per il benessere del corpo. Alimenti necessari a rendere il fisico più sano e forte, sapori e colori avvolgenti carichi di vitamine e sali minerali. La spesa di dicembre è un concentrato di benessere e, nonostante la stagione invernale, l’offerta di antiossidanti naturali è molto alta e pregna. Un cesto ricolmo di prodotti che possono favorire una corretta digestione, la pulizia del sangue e del tratto intestinale. Al contempo depurando l’organismo da tossine e scorie, validi alleati che potrano rendere le festività meno grasse ma più sane.

Verdura di dicembre

Come per tutto il periodo autunnale anche dicembre vede riconferme del mese di novembre, che risulteranno importanti e utili per tutto l’inverno. La verdura può contare ancora sulla presenza di rape, radicchio, carciofi, cardi, finocchio, cime di rapa, catalogna, scorzonera e topinambur, cavolfiori, cavolo broccolo, cavolo cappuccio, cavolo verza, indivia, barbabietole, broccoli, cavoletti, lenticchie, zucca e funghi, fagioli, patate, rosmarino, timo, prezzemolo, lattuga, valerianella, sedano, porri, carote, bietole, cipolle, fagiolini, aglio, ceci, spinaci e piselli.

Interessante la possibilità di acquisto del rafano, dalle grandi proprietà curative e salutari: la radice è ricca quasi totalmente di acqua, con una piccolissima percentuale di fibre e proteine. Prodigo di minerali quali zolfo, potassio, silicio, cloro, sodio, ferro e calcio. Quindi vitamina C, B1, aminoacidi quali arginina, galattosio e glutammica. Il sapore forte e pungente è dato dalla presenza del glucoside solforato sinigrina, un ottimo antibatterico naturale: infatti il rafano aiuta la digestione, aumenta la produzione di bile, è un toccasana per le vie respiratorie e urinarie come antinfiammatorio, migliora la circolazione sanguigna e aiuta a combattere la stanchezza. La radice è una valida alleata contro i malanni di stagione, può insaporire il brodo e le zuppe rendendo il loro gusto più deciso e il profumo più inteso.

Frutta di dicembre

La frutta del mese contempla solo riconferme di stagione, ma tutte molto utili e interessanti per la salute del corpo. Il banco frutta propone quindi ananas, mandaranci, papaya, avocado, banane, fichi d’India, arance, bergamotti, cedri, mele e mele cotogne, pompelmi, uva, le ultime castagne, cachi, clementine, kiwi, limoni, mandarini, pere, prugne, mirtilli, lamponi e melagrana. Immancabile la frutta secca, che farà bella mostra sulla tavola del Natale, quali mandorle, nocciole e noci. Un’offerta carica di vitamine e oli benefici per il cervello, come gli Omega 3 molto utili per cuore per abbassare il colesterolo e lubrificare l’attività cerebrale. Tre noci al mattino garantiscono la giusta carica, energizzando corpo e mente.

1 dicembre 2015
Lascia un commento