Spesa di aprile: fragole, asparagi e fave in tavola

Aprile porta in dono il ricambio stagionale di frutta e verdura: finalmente gemme e fiori hanno fatto capolino sui rami e l’orto propone le primizie di primavera. È giunto il momento di cambiare tipo di alimentazione in funzione della prossima estate e della stagione più rilassante, una scelta meditata che aiuti il corpo a depurarsi da tossine e chili in eccesso. Il paniere della spesa offre nuovi profumi, gusti intensi, sapori immancabili e colori vivaci. Una scelta consapevole che abbraccia la stagionalità in favore di un risparmio economico, con un basso impatto sull’ambiente. Un periodo di transizione importante che ci permette di salutare definitivamente l’inverno, spingendo mente e corpo verso combinazioni più accattivanti, nutrienti, ricche di energia e drenanti. Il corpo riprende il cammino di pulizia interiore per ritrovare luminosità, energia e splendore.

Verdura

Asparagi

Il momento dei saluti è giunto: tantissime delle verdure che hanno tenuto banco durante autunno e inverno sono giunte al capolinea del loro cammino. È tempo di rinnovamento e di ricambio, per questo non troveremo più le crucifere, ovvero tutte le verdure della stessa famiglia come cavolo, cavolini, cavolfiore, verza, broccoli e molti altri dall’alto valore antiossidante e antitumorale. Spazio alle novità come: spinaci, patata e patata novella, cipolla, insalata, aglio, le prime carote, costa, fava, zucchina, pisello, cipollotto, fagiolino, rucola, tarassaco, carciofo, erbetta, rapanello, cicorino, asparagi, ceci, sedano, indivia, lenticchie, rape, radicchio, finocchio, catalogna, fagioli, lattuga, valerianella e valeriana, scalogno, songino, cardi e agretti. Per quanto riguarda gli aromi, spazio a menta, timo, salvia, prezzemolo ed erba cipollina. Asparagi, anche selvatici, fave e carciofi sono al centro del mese di aprile: gustose novità per ricette energizzanti e salutari. Le fave, se non si è intolleranti, si possono gustate fresche o cotte, magari in un’insalata con cipolla cruda ed erba cipollina, oppure come crema di accompagnamento per frittate o primi piatti. Ottime anche con il cous cous, trasformate in vellutata o in polpettine croccanti.

=> Scopri le proprietà e i benefici delle fave


Presenza importante di aprile sono gli asparagi, grazie al loro basso apporto calorico e una ricarica di acqua, potassio, vitamina C, folati, asparagina, rutina e glutatione. Depurano, drenano, proteggono il sistema nervoso e i capillari, quindi eliminano tossine combattendo i radicali liberi e l’invecchiamento, controllano i livelli di glicemia nel sangue e fanno bene all’umore. Si cucinano facilmente: basta eliminare la parte finale più dura – da conservare per insaporire brodi e passati – per poi lessarli in acqua o cuocerli in padella ammorbidendoli sempre con acqua o brodo. In questo caso si possono tagliare seguendo la lunghezza, insaporire con un filo d’olio, un goccio di vino, erbe aromatiche e una presa di sale lasciando riposare sotto un coperchio. In acqua calda si cuociono e ammorbidiscono velocemente, quindi dopo averli scolati si possono saltare in padella con le uova oppure servire con una crema morbida al formaggio ed erbette fresche, oppure una maionese leggere o ancora un mix di olio, limone, aceto balsamico e pepe.

Frutta

Fragole

Per la frutta è un periodo di passaggio con ancora qualche riconferma invernale come arance, clementine, limoni, mandarini, mandaranci, kiwi, pompelmo, mele, pere e frutta secca. Le novità del mese sono quelle più attese come le tanto amate fragole e le nespole, che finalmente fanno capolino sul banco della spesa. Una presenza importante per il carico di energia utile a combattere il cambio di stagione, perché le piccole e succose fragole sono dissetanti, depurative e ricchissime di vitamina C pari a 58 mg in 100 grammi.

=> Scopri la ricetta del French toast


Infatti, qualche fragola al giorno soddisfa il fabbisogno giornaliero di vitamina C, inoltre contengono flavonoidi, antocianine, manganese, potassio, fosforo, sono ricchissime di acqua e quasi per nulla caloriche. Si possono utilizzare per realizzare dolci, decorare pancake e French toast, oppure per arricchire succhi, frullati, smoothie, macedonie e la colazione del mattino.

3 aprile 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento