È tempo di spalancare le finestre, di cambiare aria a stanze e locali: la primavera è arrivata. I prati si colorano di nuova luce e tonalità brillanti, gli alberi si vestono a festa per accogliere nuovamente la stagione della rinascita. Anche i campi e le piante da frutta si illuminano proponendo primizie, novità golose e succose. Aprile offre una cesta ricca di benessere, nutrimento e salute, ma anche uno scudo protettivo contro l’ictus cerebrale. Non a caso è il mese dedicato alla prevenzione contro questo drammatico problema di salute, che rappresenta la seconda causa di mortalità a livello mondiale. Allontanarlo e prevenirlo grazie a un’alimentazione corretta è la risposta migliore per il benessere del proprio corpo. Fare la spesa sarà quindi l’arma migliore contro l’ictus, partendo dalla tavola con un giusto consumo di cibi salva vita.

Il banco frutta e verdura offre una scelta piuttosto ampia, con prodotti salutari e ottimi per liberare il corpo dalle scorie. Prosegue l’azione di recupero energetico e protettivo grazie alla presenza di agrumi, verdure a foglia e prodotti ricchi di sali minerali. Il consumo consapevole e calibrato di olio di oliva, possibilmente made in Italy e puro, aiuta il sistema cardiovascolare, riducendo l’incidenza di ictus e mortalità. Fare la spesa sarà facile e divertente, un percorso di puro benessere e bontà. Grazie anche alle tante riconferme del mese precedente e alle numerose novità primaverili. Un acquisto consapevole, possibilmente nazionale o locale, garantirà cibi economici, sani e con un impatto ambientale minore.

Verdura di aprile

Nella cesta della verdura di aprile posiamo ritrovare alcune presenze della spesa di marzo quali agretti, bietole, catalogna, cipolline, insalata, aglio fresco, carciofi e cardi, carote, cavolfiore, cavolo broccolo, cavolo cappuccio, cavolo verza, cicoria, cime di rapa, cipolle, cipollotti, fave, finocchi, lattuga, patate novelle, piselli, porro, radicchio rosso, rape, ravanelli, rucola, sedano, spinaci, valeriana, barbabietole, broccoli, cavoletti, lenticchie, scorzonera e topinambur, l’immancabile zucca, funghi, fagioli, ceci, rafano, puntarelle, cavolo nero e rosso.

Ingresso interessante per gli asparagi bianchi e verdi, le verdure a foglia larga e nuovi aromi per l’orto quale timo, menta, rosmarino, prezzemolo e salvia. Quindi le erbe selvatiche commestibili: aglio orsino, finocchio selvatico, luppolo, cicoria e tarassaco. Gli asparagi tipici del periodo primaverile sono ricchissimi di acqua, fibre vegetali, acido folico e vitamine come la A, B1, B2, B3, B5, B6, C, K, J, E. Ma anche un buon carico di sali minerali quali sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, calcio, manganese, selenio, rame, cromo e iodio. La presenza del cromo interagisce positivamente con l’insulina migliorando la produzione di glucosio, per questo sono indicatissimi per i diabetici. Depurano, aiutano il cuore e la pressione, favoriscono l’equilibrio del sistema nervoso, proteggono la digestione e la pelle, combattono i radicali liberi svolgendo un forte ruolo antitumorale. Sono controindicati per chi soffre di reumatismi, disturbi renali, gotta, nefropatie e per i soggetti allergici.

Per quanto riguarda le erbe selvatiche, una passeggiata in un prato potrà garantire un piccolo raccolto da consumare a casa, dopo aver lavato accuratamente i doni della natura. Tra i più gettonati la cicoria e il tarassaco, facilmente reperibili anche nei negozi di frutta e verdura specializzati, la prima è indicata per chi soffre di diabete perché stimola il pancreas, combatte la spossatezza, facilita il transito intestinale ed è ricca di vitamine C, B, P e K. Il tarassaco, reperibile anche in erboristeria, depura l’organismo a 360° permettendo l’espulsione delle scorie, prevenendo i calcoli biliari e agevolando la diuresi.

Frutta di aprile

Per quanto riguarda la frutta le riconferme sono tante e tutte succose come ad esempio ananas, arance, banane, mele, nespole, pere, limoni, pompelmi, kiwi, mandarino, mandarancio, cedro, mela, frutta secca, avocado quindi i frutti di bosco ottimi per contrastare l’invecchiamento cutaneo e della mente.

Le fragole, nel pieno della loro maturazione, saranno le protagoniste aiutando a colorare la tavola di primavera con il loro rosso intenso e il sapore dolce e goloso. Frutto benefico offre al corpo il giusto apporto di zuccheri sani, in particolare durante le diete. Antiossidanti e antinfiammatori migliorano la salute degli occhi, risultando alleate importanti per la prevenzione del cancro grazie alla presenza di acido ellagico. Grazie a un buon apporto di sali minerali proteggono le ossa, ottima la concentrazione di ferro, sodio, zinco, rame, fluoro, potassio, calcio, selenio, fosforo, magnesio e manganese. Ricche di vitamine quali A, B1, B2, B3, B5, B6, E, K e J, beta-carotene, luteina, zeaxantina e tantissima vitamina C. Aiutano la memoria, depurano, migliorano l’umore, quindi proteggono e rendono più forti capelli, unghie e cute.

1 aprile 2016
Lascia un commento