L’arrivo di aprile apre le porte definitivamente alla bella stagione: con l’aggiunta delle festività pasquali, si aprono le danze per le prime scampagnate e i pic-nic all’aperto. Da questo punto di vista la proposta del banco della verdura e della frutta è molto più variegata e colorata: il profumo non manca e fare la spesa è un’esperienza rigenerante per mente, gusto e occhi. Il cibo come cura energetica per abbandonare le zavorre invernali, per depurare il fisico e l’anima dalle tossine accumulate durante la stagione più fredda.

Aprile riconferma ancora qualche elemento utile per la ricarica energetica, ma al contempo apre la porta alle primizie e alle novità primaverili. Verdura e frutta necessarie per ripulire fegato e sangue dalle tossine, grazie ai carciofi, ma anche per drenare e disintossicare come gli asparagi. Cibi pieni di acqua e sostanze nutritive, sali minerali e vitamine per dissetare la pelle del corpo e del viso, ma anche gli organi interni. Alimenti fondamentali per prevenire le malattie contrastando l’azione dei radicali liberi e gli ultimi virus stagionali, ma anche un pieno di energia per chi soffre di allergie primaverili. Fare la spesa sarà un procedimento utile per rafforzare corpo e mente, in previsione della stagione estiva.

Per quanto riguarda le riconferme di marzo, il banco della verdura propone ancora cipolline, spinaci, valeranella, agretti o barba di frate, broccolo, broccoletto, cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo rosso e nero, cavolo romano, cavoletti di Bruxelles, cicoria e cicorino, carote, rape, porro, ravanelli, sedano, lattuga, scorzonera, scorzobianca e topinambour. Tra le novità è possibile individuare, come anticipato, i carciofi, nel pieno della stagione e del sapore. Ricchi di potassio e ferro, contengono anche rame, zinco, sodio, fosforo e manganese, quindi alcuni zuccheri consentiti anche ai diabetici. La cinarina, che conferisce loro un sapore amarognolo, è utilissima per depurare il fegato specialmente se i carciofi vengono consumati crudi e freschi. Sono un valido aiuto per la digestione, agevolano la diuresi e la secrezione biliare mentre il cuore dei carciofi contiene acido clorogenico in grado di prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari.

Ad aprile è possibile imbattersi anche nella salvia, utile per la digestione, ma anche nel finocchio ricco di acqua, sali minerali e vitamine: è molto indicato per favorire la depurazione del sangue e del colon, garantisce la diuresi ed è utile come antinfiammatorio. Posto nella cesta anche per le fave ricche di acqua e fonte di idratazione per il corpo, di una piccola percentuale di carboidrati, proteine, calcio, fosforo, sodio, potassio, ferro, magnesio, zinco e selenio, vitamine B e C, quindi amminoacidi. I piselli, la cui raccolta inizia ad aprile, dal gusto dolce e gradevole possono contare su un grande apporto di acqua, una bassissima percentuale di zuccheri, fibre, ma anche di sali minerali, vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K e J e sugli aminoacidi. Aiutano il sistema cardiovascolare, il cuore, favoriscono la produzione di globuli rossi, abbassano il colesterolo e sono un’importante fonte di proteine per chi segue un’alimentazione vegetariana e vegana. Infine i protagonisti di aprile, gli asparagi: dal gusto inconfondibile, ricchi di vitamina B e sali minerali. Utilissimi per cuore e muscoli grazia alla presenza del potassio, aiutano reni e vie urinarie proteggendoli e favorendo la diuresi.

Per quanto riguarda la frutta riconferma per cedro, lime, kiwi, arancio, limone, pompelmo, mela, pera, banana e avocado. Nuovo ingresso per le fragole, che conosceremo nel mese di maggio nel pieno del loro gusto e del loro splendore. Via libera quindi a frullati, insalate di frutta e verdura e smoothie.

1 aprile 2015
Lascia un commento