L’ultima frontiera della genetica si chiama “scimmie Chimera“. Si tratta di tre cuccioli di Macaco Rhesus, chiamati Roku, Hex e Chimero e nati da embrioni manipolati in laboratorio unendo cellule staminali provenienti da 3-6 embrioni diversi. L’esperimento scientifico è stato portato avanti con successo dall’OHSU, l’Oregon Health & Science University, per dimostrare che non tutte le cellule staminali sono uguali.

Le “scimmie puzzle” sono state create dai ricercatori impiegando solo le cosiddette cellule “totipotenti”, perchè hanno scoperto che utilizzando quelle “pluripotenti” l’embrione si sviluppava, ma non creava la placenta. Le tre scimmiette dell’OHSU, invece, sono nate e sembrano stare bene. Per la LAV, la Lega antivivisezione italiana, siamo di fronte ad un “gioco tetro e senza senso” e ad una crudele sperimentazione sugli animali. Come spiega Michela Kuan, biologa Responsabile LAV settore vivisezione:

Un esperimento che gli stessi ricercatori specificano non potrà essere applicato all’uomo, quindi fatto come ricerca di base fine a sé stessa. Uno studio, quindi, assolutamente inutile, che fonda le sue radici nella possibilità di fare praticamente tutto sugli animali, come fossero oggetti da smontare e rimontare per semplice curiosità; un macabro cubo di Rubik vivente. Un animale che non ha nessun senso perché sfugge ad ogni logica evoluzionistica e che diventa un gioco destinato a morte prematura e isolamento.

I ricercatori dell’OHSU, al contrario, festeggiano la scoperta che allarga di molto le conoscenze sulle cellule staminali basata, fino a poco tempo fa, solo su esperimenti condotti su animali più lontani dall’uomo. Come i topi, che in versione “Chimera” nascono anche mischiando cellule pluripotenti. Come spiega il ricercatore Shoukhrat Mitalipov:

Questa ricerca dimostra che, per ragioni che ancora non conosciamo, gli animali chimerici superiori possono svilupparsi solo da cellule totipotenti, come nel caso del Macaco Rhesus. L’OHSU lo ha dimostrato producendo la prima progenie di primati chimerici: tre cuccioli di macaco chiamati Roku, Hex e Chimero.

Poi, però, Militapov ammette che l’OHSU spera di progredire nelle tecniche di coltura di queste cellule staminali per produrre cellule utili a curare o “riparare” gli umani, come i neuroni. Quello che è certo è che siamo di fronte all’esperimento OGM più vicino all’essere umano che sia stato mai realizzato.

| OHSU

12 gennaio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
LAV
I vostri commenti
Maria grazia, mercoledì 31 ottobre 2012 alle12:37 ha scritto: rispondi »

quanto costa questa scimietta me la voglio comprare e troppo ducy

Lascia un commento