È una storia singolare e incredibile quella che proviene dalla Russia dove, secondo le agenzie di stampa locali, una donna sarebbe sopravvissuta all’attacco di un orso. Non un fatto così insolito, se non fosse per le modalità d’aggressione dell’animale: sembra, infatti, che il plantigrade l’abbia sotterrata per approfittarne in un secondo momento.

Natalya Pasternak si trovava in una foresta di Tynda con un amico e il suo cane, per raccogliere foglie e resine di betulla. Improvvisamente il quadrupede ha iniziato ad abbaiare: dagli alberi sarebbe apparso un famelico orso. Il plantigrade avrebbe prima attaccato il cane, quindi la proprietaria di 55 anni, provocando ferite all’addome, alle gambe e alla testa. Nel tentativo di nascondere la sua preda, l’animale l’avrebbe quindi ricoperta con del terriccio, forse per continuare la caccia e tornare in un secondo momento. Quanto basta per permettere all’amico della donna di liberarla, non appena l’animale si è allontanato, e di chiamare immediatamente i soccorsi.

Secondo quando riportato dal Siberian Times, con anche la pubblicazione delle immagini delle donna nella sua copertura di terra e foglie, la vittima sarebbe stata immediatamente trasportata in un ospedale limitrofo, il Tynda District Hospital. Stabilizzate le sue condizioni, verrà quindi trasportata all’Amur Regional Clinical Hospital di Blagoveshchensk, nosocomio più attrezzato per simili ferite. Nonostante il trauma subito, e i seri danni riportati dall’incontro con l’animale, la cinquantacinquenne avrebbe ripreso conoscenza.

Non è la prima volta, tuttavia, che la cronaca mondiale riporta di incontri ravvicinati con gli orsi nelle foreste. Qualche mese fa l’US Forest Service ha rilasciato un avviso per i turisti dei parchi tra la California e il Nevada, poiché sempre più persone si soffermerebbero nelle vicinanze dei plantigradi per scattare dei selfie, con il rischio di conseguenze anche gravi. Qualche giorno fa, invece, un uomo è balzato agli onori della cronaca per aver affrontato un esemplare a suon di pugni, così da salvare i due suoi cani diventate prede dell’orso.

14 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Via:
Lascia un commento