Sostenibilità: Eni presenta il dodicesimo rapporto annuale

Eni ha presentato il suo dodicesimo Rapporto di Sostenibilità, Eni For 2017. L’azienda guidata da Claudio Descalzi ha redatto il nuovo documento annuale inerente lo sviluppo sostenibile delle proprie attività industriali, che dal 2014 sono monitorate anche da uno specifico Comitato Sostenibilità interno alla compagnia. Viene sottolineata inoltre l’attenzione prestata nella cooperazione con partner di rilievo per migliorare prassi e procedere allo sviluppo di iniziative comuni.

Sono tre le aree fondamentali inserite nel Rapporto di Sostenibilità “Eni For 2017″: cambiamento climatico, modalità operative, e cooperazione con comunità e terze parti; l’obiettivo dichiarato è quello di “migliorare l’accesso all’energia”. Una particolare sezione fa poi riferimento alla decarbonizzazione, per la quale Eni segue le raccomandazioni della Task force on Climate-related Financial Disclosure (TCFD), di cui l’azienda è l’unico membro ad appartenere all’industria Oil & Gas.

=> Leggi i dati Eni 2017 sulle riserve mondiali di gas naturale e rinnovabili

 

Un percorso verso la sostenibilità che ha portato Eni a far parte della Oil and Gas Climate Initiative (OGCI) quale membro fondatore e a partecipare attivamente alla Climate and Clean Air Coalition (CACC) del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UN Environment). Per quanto riguarda i dati aggiornati al 2017 la compagnia sottolinea come le proprie emissioni di gas serra relative alle operazioni “upstream” siano scese del 15% dal 2014, mentre le emissioni fuggitive di metano siano state la metà rispetto al 2016 (-66% rispetto al 2014).

=> Leggi i vincitori degli Eni Award 2017 nei settori rinnovabili e ambiente

 

Sempre secondo quanto inserito nel rapporto il Total Recordable Injury Rate (il rapporto tra il numero di incidenti e le ore lavorate) è in continua discesa (0,33 nel 2017), mentre dal punto di vista degli investimenti Eni ha stanziato 185 milioni di euro in “ricerca e sviluppo” (di cui 72 per la decarbonizzazione) e 70,7 mln per le comunità. Come ha commentato Claudio Descalzi, amministratore delegato Eni:

Siamo una società che opera nell’energia e sentiamo la responsabilità di contribuire alla costruzione di un futuro in cui ognuno di noi possa avere un accesso efficiente e sostenibile all’energia. Integrare tutti gli aspetti di sostenibilità nel nostro business è fondamentale per realizzare questo impegno: crea valore per i paesi in cui operiamo e per la nostra compagnia, riducendo i rischi e aprendo nuove opportunità.

23 maggio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento