Sostenibilità ambientale: Svizzera leader mondiale, Italia sedicesima

La Svizzera è il primo Paese al mondo per sostenibilità ambientale. A sostenerlo è l’ultimo rapporto dell’Environmental Prestation Index, arrivato alla decima edizione. Il rapporto viene realizzato ogni due anni ed è messo a punto dagli studiosi delle università della Columbia e di Yale insieme al World Economic Forum.

La nuova edizione del rapporto EPI ha permesso di prendere in considerazione 180 Paesi, che sono stati valutati tenendo conto di 24 categorie relative al rendimento e di 10 indicatori sulle emissioni. A ottenere un posto di rilievo è la Svizzera, che si colloca al primo posto della classifica e che è seguita dalla Francia, dalla Danimarca, da Malta e dalla Svezia.

=> Leggi di più su sostenibilità e crowdfunding

Chi si colloca nelle prime posizioni ha dimostrato di impegnarsi profondamente in provvedimenti che possano avere una durata lunga nel tempo riguardanti la salute pubblica e il mantenimento di buone risorse naturali. Inoltre è stata valutata anche la capacità di dividere la crescita economica e il problema delle emissioni nocive.

Sicuramente la Svizzera è stata in grado di affrontare buona parte dei problemi che si presentano costantemente, in relazione alla protezione del clima e al mantenimento di una buona qualità dell’aria. Tra gli Stati appartenenti al G7 la Francia ha ottenuto la seconda posizione, il Regno Unito la sesta, la Germania la tredicesima, l’Italia la sedicesima, il Giappone la ventesima e il Canada la venticinquesima. Gli Stati Uniti si collocano al ventisettesimo posto.

=> Leggi i dati del rapporto Eco-media 2017

Per quanto riguarda gli Stati con un’economia emergente, la Cina si colloca al 120esimo posto e l’India al 177esimo posto, una condizione che fa riflettere sull’influenza delle tensioni demografiche sulla sostenibilità ambientale. In basso alla classifica troviamo l’India, il Bangladesh, il Burundi, la Repubblica Democratica del Congo e il Nepal.

Gli studiosi che hanno messo a punto il nuovo rapporto sulla sostenibilità ambientale hanno osservato un cambiamento positivo nella gestione di alcuni fattori, come quelli relativi ai servizi sanitari, all’acqua potabile e allo stato dell’ecosistema marino. Ulteriori provvedimenti sono invece necessari su altre situazioni, come l’inquinamento dell’aria, la deforestazione e la pesca, che sta causando uno svuotamento degli oceani in molti luoghi del mondo.

25 gennaio 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento