Sorbetto al caffè, ricetta senza zucchero

Perfetto come fine pasto leggero oppure come goloso spuntino estivo, il sorbetto al caffè è una preparazione cremosa da gustare fredda in varie occasioni. Considerato un dolce al cucchiaio non eccessivamente calorico e facilmente digeribile, vanta una consistenza molto diversa da quella del comune gelato e si distingue da quest’ultimo per l’assenza di ingredienti particolarmente grassi, come l’uovo o il latte.

=> Scopri i benefici del caffè sul cuore


Il sorbetto può essere preparato anche senza l’ausilio delle gelatiera, infatti può essere sufficiente un comune tegame dal fondo abbastanza alto e pochi utensili presenti in tutte le cucine. La ricetta base del sorbetto prevede l’utilizzo di acqua, panna fresca liquida e zucchero, tuttavia questo ingrediente può essere sostituito in diversi modi al fine di ottenere una crema meno calorica e dal gusto più deciso e intenso. Ecco la ricetta per preparare un ottimo sorbetto al caffè senza zucchero e tutti i passaggi necessari per realizzarlo.

Ingredienti e procedura

Stevia

Il sorbetto al caffè può essere conservato in freezer fino a un mese, pertanto è possibile prepararne in abbondanza e utilizzarlo quando desiderato. Per ottenere circa un chilo di sorbetto, ad esempio, sono necessari:

  • 350 grammi d’acqua naturale;
  • 250 grammi di caffè liquido,
  • 100 grammi di panna fresca liquida non zuccherata;
  • 4 o 5 cucchiaini di dolcificante stevia in polvere.

Il primo passaggio è la preparazione del caffè, che deve essere lasciato raffreddare e non deve essere zuccherato. In seguito è necessario unire il caffè e l’acqua in un tegame, aggiungendo poi la stevia e portando a ebollizione. Dopo aver spento la fiamma si può unire per ultima la panna liquida, avendo cura di mescolare energicamente con la frusta. Successivamente è necessario versare il composto in un contenitore da riporre in freezer almeno per sei ore consecutive, ricordandosi però di mescolare il composto a cadenza regolare ogni due ore.

Sorbetto in bottiglia

Caffè

In alternativa alla stevia, inoltre, è anche possibile usare il latte condensato in piccole quantità: questa ricetta non prevede l’utilizzo della fiamma, infatti è possibile miscelare caffè (50 millilitri), panna liquida (200 grammi) e latte condensato (50 grammi) direttamente in una bottiglia di vetro con tappo ermetico, da agitare molto bene e da riporre in frigo per servirlo freddo quando desiderato versandolo direttamente nei bicchieri.

=> Scopri il caffè al Ganoderma


Per rendere ancora più fresco il sorbetto, infine, è possibile ricorrere a un espediente molto semplice: utilizzare dei bicchierini di vetro appositamente creati per poter essere riposti in freezer, facilmente reperibili in molti store specializzati in oggetti per la casa e la cucina.

Consigli

Il sorbetto al caffè può sostituire la classica bevanda durante la stagione estiva, tuttavia si presta bene per essere servito come dessert fresco e digestivo. È perfetto per essere consumato appena estratto dal freezer, tuttavia è anche possibile dare vita a un dolce al cucchiaio davvero gustoso e originale aggiungendo, ad esempio, un ciuffo di panna montata e una spolverata di cacao in polvere.

22 agosto 2018
Immagini:
Lascia un commento