Fare la raccolta differenziata in modo corretto dovrebbe essere un gesto civico scontato ma a Cisterna di Latina frutterà dei veri e propri sconti ai cittadini virtuosi. Il comune laziale è stato infatti il primo nella regione a dotarsi di compattatori per la raccolta di rifiuti in plastica e in alluminio che erogano degli ecoincentivi.

Ogni volta che un cittadino conferisce correttamente i rifiuti, il sistema emette uno scontrino a punti, proprio come quello rilasciato dalle catene di supermercati. Gli abitanti di Cisterna di Latina potranno ritirare il loro premio sotto forma di buoni acquisto in tutti gli esercizi commerciali locali che hanno deciso di aderire all’iniziativa. Un modo per spingere i cittadini a differenziare correttamente, rilanciando al contempo l’economia locale. L’ecoincentivo ammonta a 2 centesimi per ogni bottiglia o lattina in plastica o in alluminio conferita correttamente. I commercianti, inoltre, vedranno alleggerirsi la tassa sui rifiuti.

Al momento i minicompattatori ecoincentivanti installati sono 4, posizionati in altrettanti punti strategici del comune: piazza Saffi e piazza Cesare Battisti, il parcheggio del supermercato Carrefour e quello del supermercato Conad. Tutti luoghi molto frequentati e di facile accesso. L’obiettivo dell’amministrazione comunale è di passare presto a 9 minicompattatori per una raccolta più capillare. Ma non finisce qui: i sistemi di raccolta verranno presto alimentati da pannelli fotovoltaici, per abbatterne le emissioni. Come ha sottolineato il sindaco di Cisterna di Latina, Antonello Merolla, la speranza è che molti altri comuni si impegnino maggiormente in iniziative sostenibili:

Cisterna è il primo comune nel Lazio a dotarsi di questo innovativo sistema di raccolta differenziata premiante così da essere modello di riferimento ed esempio a livello regionale e nazionale nella difesa e nella tutela dell’ambiente, dall’energia alla riduzione e riciclo dei rifiuti, alla mobilità sostenibile.

Dai bus elettrici alle scuole alimentate da impianti fotovoltaici, dai parcheggi fotovoltaici, già messi in cantiere, che riforniranno auto e bici elettriche gratis, a finire agli ecoincentivi per la raccolta differenziata, il comune di Cisterna di Latina è certamente un esempio di come i piccoli centri possano diventare un laboratorio di sostenibilità e sperimentare piccole grandi rivoluzioni ecologiche.

23 maggio 2014
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Claudio, mercoledì 28 settembre 2016 alle11:56 ha scritto: rispondi »

Sono un insegnante della scuola media Plinio Il Vecchio di Cisterna di Latina. Volevo sapere se il comune sarebbe disposto a mettere uno di questi compattatori davanti alla nostra scuola e con il ricavato di questa iniziativa rifornirci di materiale scolastico. Grazie

Gianni, martedì 27 maggio 2014 alle10:55 ha scritto: rispondi »

Finalmente una iniziativa che premia anche il cittadino......Bravi sicuramente è incentivando le persone che si ottengono dei buoni risultati.....Un grazie ai commercianti di Cisterna.....

ercole, venerdì 23 maggio 2014 alle12:30 ha scritto: rispondi »

In Italia non ci si può fidare di niente. Questa sarebbe una buona iniziativa, ma, come tutte le iniziative e le leggi per la raccolta differenziata, dopo un po' di tempo non vengono più rispettate. Vedi cosa succede nella raccolta delle batterie ( delle automobili e delle moto ) c'è una legge di tanti anni fa, che prevedeva il rimborso di un tot per batteria, ora se la porti nei centri di raccolta, non ti ringraziano neanche . Se poi fai presente che dovrebbero darti qualcosa......si mettono a ridere.....Allora, quando il cittadino VIRTUOSO viene deriso, si può anche incazzare.....Siamo presi in giro in continuazione da chi dovrebbe essere il punto di riferimento per la salvaguardia del territorio. Se poi, chi deve distribuire gli eco-incentivi è una società privata (a cui interessa solo il lucro ) degli eco-incentivi si scordano in brevissimo tempo......

Lascia un commento