In questi giorni, nei padiglioni della Triennale di Milano, fa bella mostra di sé la SolarWorld No.1, esemplare unico di automobile da competizione alimentata ad energia solare, nata dalla collaborazione tra SolarWord (azienda leader mondiale nella produzione di impianti fotovoltaici) e l’Università di Bochum.

Lunga cinque metri e larga meno di due, caratterizzata da un design aerodinamico e dal peso contenuto di soli 250 Kg, possibile grazie all’impiego di particolari materiali nel processo costruttivo, è in grado di raggiungere punte di 120 Km/h.

Sei metri quadrati di pannelli ricoprono la sua superficie, alimentandone il motore e consentendo prestazioni tali da permetterle di attraversare un continente alla velocità media di 85 Km/h.

Solarworld No.1

La vettura nel prossimo autunno parteciperà al World Solar Challenge, evento aperto ai soli veicoli alimentati ad energia solare che adottano soluzioni progettuali applicabili alla vita di tutti i giorni. Per questo motivo la postazione di guida della SolarWorld No.1 è stata concepita in modo tale da consentire al pilota di mantenere una posizione del tutto simile a quella dell’abitacolo di una qualsiasi automobile.

Trattandosi di un modello pensato esclusivamente per il suo impiego in gara, la vettura non entrerà mai ovviamente in produzione, ma sta a dimostrare come sia possibile guardare al futuro dell’industria del trasporto con un occhio puntato verso forme di energia alternative a quelle oggi impiegate, riducendo così drasticamente le emissioni inquinanti.

6 maggio 2009
Lascia un commento