Al Solarexpo 2015 sono già approdate alcune novità per il futuro del fotovoltaico in Italia. Tra questa una soluzione firmata Conergy per l’accesso all’energia solare senza dover procedere all’acquisto dei pannelli solari, necessari alla produzione, ma ricorrendo alla pratica del noleggio.

Su questa formula si basa Noleggio Energia, il nuovo servizio che Conergy ha presentato durante la giornata di apertura di Solarexpo 2015, che prevede inoltre l’assenza di anticipi per l’avvio dei lavori.

Le caratteristiche del servizio prevedono anche il pagamento posticipato della prima rata, un canone di noleggio dichiarato come inferiore ai risparmi ottenuti sui costi energetici. A carico di Conergy sarà tutta la parte relativa alla gestione tecnica e amministrativa dell’impianto.

Al termine della durata prevista l’azienda potrà decidere se rinnovare il contratto, acquistare i pannelli fotovoltaici noleggiati o se restituirli. L’azienda a carattere industriale o commerciale beneficerà in aggiunta dello status di auto-produttore di elettricità, in virtù del quale non dovrà versare tasse o accise sull’energia utilizzata e potrà trarre i benefici dello “scambio sul posto“.

Una soluzione a noleggio che verrà “dimensionata per massimizzare l’autoconsumo”, come ha spiegato Giuseppe Sofia AD di Conergy Italia:

Il fotovoltaico oggi è una soluzione efficace per la riduzione del costo dell’energia elettrica per le piccole e medie industrie. Le imprese tuttavia desiderato cominciare a risparmiare da subito, senza l’onere iniziale dell’investimento.

Questa iniziativa prevede che un’azienda metta a disposizione di Conergy il tetto sovrastante i propri edifici. Conergy provvederà a installare un impianto fotovoltaico che noleggerà all’azienda stessa. Tutta l’energia prodotta dall’impianto è di proprietà del cliente che la utilizza in base alle proprie esigenze.

L’impianto fotovoltaico viene accuratamente dimensionato per massimizzare l’«autoconsumo», ovvero per l’utilizzo dell’energia elettrica nel momento stesso della produzione; inoltre anche l’energia non auto-consumata verrà valorizzata tramite il meccanismo di cessione in rete dello «scambio sul posto.

9 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento