La potenza mondiale installata per il solare termico ha toccato nel 2016 quota 456 GW. Questo uno dei dati contenuto all’interno del rapporto “Solar Heat Worldwide” diffuso a luglio dall’International Energy Agency’s Solar Heating and Cooling Programme (IEA SHC).

=> Scopri lo stoccaggio in composti liquidi dell’energia da solare termico

Stando a quanto contenuto nel rapporto il solare termico vanterebbe una potenza solare termica operativa superiore a quella del fotovoltaico, che si ferma invece a quota 303 GW, e al solare termodinamico (5 GW). Si tratta ad ogni modo di un secondo posto, dietro all’energia eolica (487 GW).

In termini di energia termica e per il raffrescamento il valore corrispondente è di 375 TWh (dato 2016), sempre a livello globale, lo stesso offerto dal fotovoltaico. L’eolico invece tocca quota 990 TWh.

=> Leggi perché i biocarburanti possono essere più economici grazie al solare termico

Incoraggiante per il settore è la nuova spinta che si sta verificando, soprattutto in termini di impianti solari termici di grande taglia (più di 350 kWt o 500 mq di collettori): le nuove installazioni per il 2016 ammontano a 37, un dato in netta crescita rispetto ai 20 del 2015.

Potenziali fattori negativi per un’ulteriore del solare termico sono da un lato, si legge nel rapporto, la crisi che sta vivendo il mercato domestico, dall’altro la sempre maggiore competizione offerta dalle installazioni del fotovoltaico e delle pompe di calore.

Stringendo il focus sull’Europa si nota come gli impianti solari termici attualmente collegati alle reti di teleriscaldamento sono 300, mentre quelli connessi alle reti di raffrescamento ammontano a 18. L’Italia si posiziona al nono posto assoluto per capacità cumulativa installata, mentre scende al 23simo posto se il dato viene raffrontato agli abitanti.

25 luglio 2017
Lascia un commento