I tre settori principali nel campo dell’energia rinnovabile, ovvero l’eolico, il fotovoltaico e i biocarburanti, hanno conosciuto nel 2008 una nuova, forte crescita: +50%. Secondo Clean Edge, l’anno 2009 sarà difficile, ma non dovrebbe fermare la crescita a lungo termine di questi settori.

Gli investimenti mondiali nelle tecnologie energetiche hanno registrato un aumento del 4,7%, passando dai 148,4 miliardi del 2007 ai 155,4 miliardi del 2008 – i calcoli sono degli analisti della New Energy Finance.

L’anno passato è stato tuttavia segnato dall’aumento dei costi di sviluppo dei parchi eolici, dovuto alla forte domanda e alla contemporanea presenza di deboli dinamiche delle forniture di mercato. Si è fatta anche sentire la contrazione del credito legata alla crisi economica mondiale.

Il rapporto di Clean Edge stima che il 2009 sarà un anno di consolidamento, se non di contrazione, per diverse imprese. Ma nello stesso tempo, nuove spese pubbliche, la regolazione e la creazione di nuove politiche dovrebbero aiutare il settore ad affrontare la crisi economica meglio di quanto potrebbe accadere in altri campi. Questo perché le energie pulite, e la gestione intelligente dell’energia, saranno percepite come mezzi per aiutare le economie in tutto il mondo ad affrontare l’attuale crisi economica.

La produzione mondiale e la vendita di etanolo e di biodiesel hanno rappresentato nel 2008 un mercato di 34,8 miliardi di dollari, e dovrebbero raggiungere i 105,4 miliardi nel 2018. Nell’anno passato il mercato mondiale di biocarburanti consisteva inoltre 64,3 miliardi di litri di etanolo e 9,4 miliardi di litri di biodiesel prodotto nel mondo. Per la prima volta, in un mercato di grande taglia come il Brasile, leader mondiale dell’etanolo, l’uso di questo carburante ha superato quello delle benzine di derivazione petrolifera.

Gli investimenti in nuove installazione eoliche dovrebbero passare dai 51,4 miliardi di dollari nel 2008 ai 139,1 miliardi nel 2018. Le installazioni nel mondo hanno raggiunto l’anno passato il record di 27.000 MW. Negli Stati Uniti, che rappresentano 8.000 MW, l’eolico ha occupato più del 40% delle nuove capacità di generazione raccordate alla rete nel 2008. Il paese ha superato la Germania come leader mondiale dell’energia eolica.

Il solare infine dovrebbe passare da un peso pari a 29,6 miliardi nel 2008 a 80,6 miliardi di dollari nel 2018. Le installazioni annuali hanno superato i 4 GW nel mondo nel 2008, ovvero 4 volte il montante della potenza totale installata quattro anni prima, quando il mercato ha superato per la prima volta la soglia di 1 GW.

17 marzo 2009
Lascia un commento