Se al nostro Paese manca una normativa in grado di promuovere l’autoproduzione di energia, in soccorso arriva il solar sharing. Una nuova iniziativa è stata presentata ieri ad Expo Milano: si tratta de “Le Fattorie del Sole di Ugento e Racale“, due impianti fotovoltaici acquistati dalla cooperativa WeForGreen Sharing in Provincia di Lecce.

I due parchi fotovoltaici pugliesi permetteranno di portare avanti un modello cooperativo di produzione di energia pulita al fine di abbassare il costo della bolletta elettrica. La cooperativa nasce dalle due realtà di ForGreen, impresa con grande esperienza nella creazione di cooperative energetiche da fonti rinnovabili, e di LifeGate, punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile in Italia.

Non è la prima esperienza che WeForGreen Sharing porta avanti: un progetto simile era stato realizzato con “La masseria del Sole“, sempre vicino Lecce, e aveva coinvolto circa 200 famiglie in 16 Regioni. Per aderire a “Le Fattorie del Sole di Ugento e Racale”, impianti che hanno iniziato la loro attività nel 2011 e dispongono di una potenza di 1.997,42 kWp, c’è tempo fino al 31 dicembre, chiunque può farlo acquistando da 1 a 20 quote del valore unitario di 1.000 euro (250 euro di capitale sociale e 750 euro di prestito sociale).

In cambio si avrà un ristorno, per 15 anni, di 60 euro per ogni quota, la restituzione del prestito sociale e tariffe vantaggiose per il consumo dell’energia elettrica grazie all’accordo stipulato con un operatore del mercato elettrico. Si potrà così tagliare la propria bolletta ed essere allo stesso tempo produttori e consumatori di energia elettrica da fonti rinnovabili, contribuendo a realizzare un beneficio per l’ambiente.

WeForGreen Sharing vorrebbe arrivare per questo progetto all’adesione di almeno 120 famiglie, ma il loro obiettivo a lungo termine è quello di arrivare in totale a circa 600 soci, a 4 impianti fotovoltaici e un giorno anche ad andare oltre il settore dell’energia per applicare questo modello anche all’ambito della mobilità sostenibile.

Enea Roveda, Amministratore delegato di LifeGate, spiega da dove nasce l’idea di realizzare questo progetto:

Abbiamo deciso di promuovere e sviluppare la nascita di progetti di energia condivisa da quasi due anni e crediamo che siano una soluzione virtuosa per l’ambiente e per l’economia domestica: scegliere energia pulita significa contribuire concretamente alla riduzione dell’inquinamento (generato dall’energia non rinnovabile prodotta da combustibili fossili) e, al contempo, permette di risparmiare sul prezzo della bolletta di casa rendendosi indipendenti dal mercato energetico. Per questo abbiamo completato un’alleanza strategica con ForGreen.

10 settembre 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento