L’elettricità pulita generata dai pannelli solari da oggi sarà disponibile anche per chi non può installare un impianto fotovoltaico sul proprio tetto. In Italia è sbarcato il solare condiviso grazie a un’iniziativa promossa da LifeGate in collaborazione con la Cooperativa Energia Verde WeForGreen, un’aggregazione di cittadini che acquistano un impianto fotovoltaico per autoprodurre energia elettrica.

Acquistando le quote della cooperativa Solar Share si potrà godere di diversi vantaggi. Il primo beneficio riguarda la possibilità di usufruire dell’elettricità solare generata dall’impianto fotovoltaico La Masseria del Sole, situato a Lecce, per un periodo di 16 anni. Anche chi risiede in città distanti dall’impianto, come Milano, potrà consumare energia rinnovabile. Al momento l’impianto La Masseria del Sole riesce a soddisfare il fabbisogno energetico di circa 121 famiglie residenti in diverse Regioni italiane. Il servizio è attivo dallo scorso gennaio e sta riscuotendo molto successo.

L’acquisto delle quote permette inoltre di incassare un interesse sul capitale investito di ben il 7%. Per usufruire di questa rendita bisogna acquistare un numero di quote pari ai chilowatt di potenza del proprio contatore.

L’adesione alla cooperativa è studiata per minimizzare i costi dei consumi energetici. Se nel corso dell’anno si è riusciti a risparmiare elettricità, consumando una fetta inferiore dell’energia garantita annualmente dalle proprie quote, Solar Share erogherà un conguaglio, restituendo parte del capitale iniziale investito.

Se invece i consumi elettrici dovessero essere maggiori, i soci pagheranno la quota in eccesso. Solar Share ha ottenuto adesioni da famiglie residenti in 13 diverse Regioni italiane, in particolare dal Veneto e dalla Lombardia. Grazie al superamento dei limiti geografici il solare potrà finalmente essere condiviso in tutta Italia.

Come illustrano gli ideatori di Solar Share in una nota finalmente anche chi abita in un condominio e in Regioni con uno scarso irraggiamento solare potrà investire in energia pulita:

Solar Share è il primo progetto italiano che apre questa opportunità a tutti, indipendentemente dalla loro ubicazione geografica. Solar Share rappresenta un nuovo modello di investimento energetico, una soluzione virtuosa per l’ambiente e per l’economia domestica.

La cooperativa solare ricorda che scegliere energia pulita vuol dire contribuire attivamente alla riduzione dell’inquinamento causato dalla combustione dei fossili. Senza dimenticare il risparmio sulla bolletta elettrica conseguito rendendosi indipendenti dal mercato energetico e dalle sue continue oscillazioni.

Per ridurre l’impatto ambientale dell’impianto fotovoltaico e rendere l’operazione ancora più virtuosa, la cooperativa Solar Share ha deciso di costruire il parco solare su un’area dismessa, sopra a una discarica bonificata. L’impianto è attivo dal 2011 e ha una potenza di 997,92 kWp.

5 marzo 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
paolo canducci, lunedì 9 marzo 2015 alle19:01 ha scritto: rispondi »

ho 75 anni, e gli incentivi fiscali alla mia età non servono. chi me lo fa fare?

Lascia un commento