Solar Impulse, l’aereo a energia solare sorvolerà gli USA

Solar Impulse prepara la prossima impresa ad energia solare. L’aereo alimentato tramite pannelli fotovoltaici ha in programma di sorvolare nel maggio del 2013 l’intero continente americano, un volo “coast to coast” con partenza a San Francisco e arrivo previsto a New York. Un’impresa che seguirà quella compiuta quest’anno, quando nel suo viaggio intercontinentale ha toccato Svizzera, Spagna, Francia e Marocco.

L’impresa che ha in programma di compiere Solar Impulse se compiuta rappresenterebbe un’assoluta novità nel mondo dell’aviazione. Mai nessun prototipo alimentato unicamente ad energia solare ha mai sorvolato l’intero spazio aereo degli Stati Uniti. Nuova sfida da vincere per il gruppo guidato da Bertrand Piccard e André Borschberg, già in grado nel 2010 di tenere in quota il velivolo per 26 ore consecutive.

Ancora non sono state definite le località in cui Solar Impulse effettuerà le consuete tappe intermedie. L’unica città al momento sicura di “ospitare” il velivolo è Washington D.C., oltre ovviamente a San Francisco e New York (partenza e arrivo). Come nelle precedenti occasioni l’aereo sarà in grado volare anche di notte grazie all’accumulo di energia garantito dalle 11.628 celle fotovoltaiche montate sulle ali.

Il viaggio dalla Svizzera, dove è stato realizzato e si trova attualmente, fino alla California avverrà attraverso una spedizione dei componenti. Lì verrà riassemblato e preparato alla partenza, non essendo al momento possibile garantire un sufficiente comfort per il pilota durante un viaggio lungo come quello transoceanico. La velocità media del Solar Impulse è di circa 70 km all’ora, attualmente inferiore ai voli di linea così come lo è il suo peso (circa 1.600 kg).

Mentre in casa Solar Impulse si guarda oltre, al 2015 e al previsto viaggio intorno al mondo con un nuovo e perfezionato velivolo, molto chiaro è il commento di André Borschberg riguardo le aspettative del per l’imminente impresa nei cieli USA:

Il nostro obiettivo è di effettuare un volo da una costa all’altra degli Stati Uniti. L’obiettivo non è stabilire nuovi record, ma mostrare quello che si può raggiungere con l’esplorazione.

12 dicembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento