Sorvolare l’intero pianeta senza utilizzare una sola goccia di carburante: è il sogno che i due piloti Bertrand Piccard e Andrè Borschberg stanno cercando di realizzare da anni con il progetto Solar Impulse.

Il secondo prototipo dell’aereo solare è partito questa mattina da Abu Dhabi per un giro del mondo che durerà 5 mesi e porterà il Solar Impulse 2 a compiere la sua impresa, impensabile qualche decennio fa.

Il Solar Impulse 2 è costruito in fibra di carbonio e pesa appena 2.300 kg, con un’apertura alare di 72 metri. Per completare il suo viaggio intorno al mondo farà 35 mila chilometri in 12 tappe, grazie all’energia fornita da 17.248 celle solari ai quattro motori elettrici. Durante il giorno il veicolo salirà a 10 mila metri, cosa che gli permetterà di ricaricare totalmente i 630 kg di batterie presenti a bordo e rimanere così in volo anche di notte.

Durante le sue 12 tappe il Solar Impulse sorvolerà il Mar Arabico, l’India, la Birmania, la Cina, l’Oceano Pacifico, l’Atlantico e il Mar Mediterraneo. Dopo il decollo dal Golfo Persico farà sosta in Oman, due tappe in India, una in Birmania e altre due tappe in Cina.

Per i due piloti che si alterneranno alla guida, decollare dalla Cina sarà il momento più impegnativo: da qui fino alle Hawaii dovranno volare 5 giorni e 5 notti ininterrottamente per attraversare l’intero Oceano pacifico. Per affrontare l’impresa Piccard e Borschberg si sono allenati per anni, compiendo voli coast to coast negli Stati Uniti e voli intercontinentali. Dopo la tappa più dura, il programma prevede tre stop negli Stati Uniti, una sosta in un aeroporto fra l’Europa del Sud e il Maghreb e l’ultima tappa fino ad Abu Dhabi.

La missione del Solar Impulse 2 si potrà seguire dal sito web del progetto, dove i due piloti stanno già inviando i loro messaggi: l’impresa, sostenuta anche da Google, è collegata all’iniziativa FutureIsClean, lanciata proprio dai due piloti con l’obiettivo di sensibilizzare i governi internazionali ad appoggiare l’uso delle energie pulite.

I due, veri sostenitori della conversione energetica, hanno impiegato anni di lavoro e notevoli risorse per la realizzazione di questa impresa finora unica.

André Borschberg è un uomo d’affari e pilota di fama internazionale, mentre Bertrand Piccard non solo è il primo uomo ad aver compiuto il giro del mondo in mongolfiera nel 1999, ma è anche figlio d’arte. Suo padre, Jacques Piccard, fu infatti il primo uomo a scendere nella Fossa delle Marianne nel 1960 grazie ad un veicolo messo a punto con il nonno August. Piccard e Borschberg hanno dichiarato:

La tecnologia sta cambiando molto più velocemente di quanto potessimo immaginare. Quando si parla di energie pulite per il mondo non si parla di un sogno, ma di una realtà: l’energia solare è consumata già da milioni di famiglia. Sarà grazie ad un significativo supporto popolare che i governi saranno spinti a sostituire le vecchie tecnologie inquinanti con quelle nuove, efficienti e pulite.

9 marzo 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento